SHARE

olanda-costa ricapagelle

Le pagelle del quarto di finale dei Mondiali di calcio di Brasile 2014 Olanda-Costa Rica a Salvador all’Arena Fonte Nova a cura della redazione di MaiDireCalcio.

PAGELLE OLANDA-COSTA RICA

OLANDA

Cillessen: La palla la vede con il binocolo, primo e secondo tempo inoperoso, poi in fondo salva su Urena. Voto sulla fiducia riguardo al bel viaggio fatto fino a Salvador. Voto 6 (121′, Krul: Inserito per i rigori, roba che va dritta nei libri di storia. Decisivo nei tiri dagli undici metri. Voto 7)

Kuyt: Ricreato terzino da Van Gaal per l’occasione non disdice affatto il ruolo, grande dinamismo e senso tattico, nonché esperienza, per gli olandesi. Voto 6

De Vrij: Anticipa spesso e volentieri i suoi diretti avversari, bravo nel far ripartire subito l’azione appoggiandosi sulle fasce o a Wijnadium. Voto 6

Vlaar: Insieme ai suoi compagni di reparto fa la sua onesta partita, il Costa Rica in avanti è poca roba, lui potrebbe approfittare della scarsa forza offensiva degli avversari, magari provando qualche lancio, cosa che regolarmente non fa. Voto 5

Martins Indi: E’ l’uomo di fatica dell’11 di Van Gaal, olandese solo nella carta d’identità quanto nella tecnica, questa sconosciuta. Alla fine sostituito dal tecnico degli orange che vara il 4-2-4. Voto 5 (106′, Huntelaar: Entra in tempo per farsi ammonire e apparire evanescente. Voto 5)

Blind: Corre tanto, copre bene e quando può si getta in avanti a dare man forte ai suoi, peccato non abbia dalla sua una tecnica squisita. Voto 5,5

Wijnaldum: Amministra il gioco come De Jong nemmeno si sognerebbe, bravo tra le linee non gli si può chiedere anche di contrastare l’azione avversaria. Voto 6

Depay: Giochi contro la Costa Rica e sei l’Olanda, detto così sembra già fatta, nel reale è tutt’altra cosa. Gamboa lo mette in difficoltà, lui non riesce a fare la differenza sulla sua fascia. Voto 5,5 (76′, Lens: Qualche buono spunto e niente di più, il fortino costaricano è roba seria e lui se ne accorge presto. Voto 5,5)

Sneijder: Uno dei capi di questi Olanda, se Robben è il leader lui è sicuramente il genio. Il palo sulla sua conclusione ancora trema, così come la traversa. Voto 6,5

Van Persie: A tempo quasi scaduto si mangia l’impossibile. Si fa trovare quasi sempre in fuorigioco, verosimilmente si sognerà Keylor Navas. Voto 5

Robben: Il vero capitano dell’Olanda formato Van Gaal, sa gestire il pallone e sa esattamente cosa fare, alle volte troppo testardo, peccato che si può perdonare. Voto 6,5

COSTA RICA

Navas: Decisivo per tutta la partita, si rende protagonista di almeno 5 interventi decisivi. Se cambierà squadra questa estate lo deve alla vena incredibile mostrata al Mondiale. Voto 8

Gamboa: Cuore incredibile costaricano, tutto dinamismo, voglia di fare e di stupire. Il Costa Rica non sarà una nazionale di talenti, può vantare però una passione unica. Voto 6,5 (79′, Myrie: Chiamato a rimediare alla defezione di Gamboa, impegno e dedizione per lui. Voto 6)

Acosta: Fa parte del fortino incredibile costaricano, regge fino all’ultimo la pressione olandese, facendo a sportellate prima con Depay, poi con Lens, infine con Van Persie. Mai domo. Voto 6

Gonzalez: Il libero della formazione di Pinto, gara egregia la sua, bravo nello scalare e mettere sempre una pezza sugli attacchi olandesi. Voto 6,5

Umana: Si muove a stantuffo su tutto il fronte difensivo, chiude diverse diagonali importanti, alle volte si perde Van Persie, ma ehi, stiamo parlando di Van Persie. Sbaglia il rigore finale. Voto 5,5

Diaz: Robben non lo vede nemmeno di profilo. Soffre tremendamente sulla fascia destra dell’Olanda le accelerazioni degli esterni europei. Voto 5

Ruiz: Il più tecnico della formazione di Pinto, stasera si preoccupa più di impostare le ripartenze e di riordinare le idee che offendere. Nel finale sbaglia il rigore. Voto 5,5

Borges: Altro metronomo del centrocampo costaricano, stasera in versione “picchiaduro”, cerca di murare tutto quello che passa dalle sue parti, alle volte ci riesce, altre meno. Voto

Tejeda: Corre per tutto il campo, alle volte confusionario, poco preciso, eppure al 92′ lui è lì a bloccare il tiro di Van Persie, posto giusto momento giustissimo, gli vale mezzo punto in più. Voto 6,5 (97′, Cubero: Poco più di venti minuti di gioco per lui. Voto sv)

Bolanos: Sui livelli di tutta la propria squadra, corre e si sacrifica, nel finale viene emarginato in avanti, prova a fare il Campbell ma non ci riesce molto. Voto 6

Campbell: La freccia centroamericana si rende protagonista di una serata di grande fatica e sacrificio. Non riesce però ad impaurire la retroguardia degli “orange”. Voto 5 (66′, Urena: Ci mette tanto carattere e sudore della fronte, pressa e prova a recuperare palla quando può. Nel finale ha la palla buona per cambiare la storia ma la spreca. Voto 6)