SHARE

di natale udinese catania

A ruota libera sul Twitter ufficiale dell’Udinese ha parlato Totò Di Natale, attaccante napoletano e capitano di lungo corso dei friulani, il cui addio al calcio era stato ventilato negli scorsi mesi. Al contrario di quanto paventato il numero 10 bianconero si presenterà ancora in ritiro per la prossima stagione agli ordini di mister Stramaccioni: “Tre mesi fa non avevo più voglia di giocare, ci ho ripensato per il presidente, per la famiglia Pozzo e per i tifosi. Voglio fare 7 gol e raggiungere i 200, magari riesco a raggiungere Baggio a 205. C’è chi dice che sono 192? Ne farò uno in più per sicurezza. Sono qui dal primo giorno perchè me lo ho chiesto mister Stramaccioni e gli ho subito risposto di si“.

MURIEL&MARIO Il capitano dell’Udinese parla anche di due talenti a volte incompresi: “Muriel? Ha più qualità di Sanchez ma deve applicarsi. Su Balotelli ci vuole più equilibrio, lui è un bravissimo ragazzo ed è ingiusto incolpare solo lui. Il Mondiale? Mi dispiace molto per l’eliminazione dell’Italia, credo che vincerà l’Argentina perchè ha anche tanta fortuna. Guidolin? Secondo me è pronto per fare il CT della Nazionale, gliel’ho detto per telefono“.

STADIO&MODULO Completa apertura alle scelte del nuovo mister: “Non mi spaventa il cambio di modulo, per me 4-3-1-2 o 4-3-3 è indifferente, le scelte le fa il mister. Stankovic porterà grandissima esperienza, campioni come lui fanno bene al calcio. Il nostro stradio? Il prossima anno sarà il più bello della Serie A dopo quello della Juventus“.