SHARE

cesare prandelli

Dopo quattro anni, il rapporto tra la Nazionale Italiana di calcio e Cesare Prandelli, si è ufficialmente concluso dopo la prematura eliminazione degli azzurri da Brasile 2014. Un quadriennio condito dall’inaspettata medaglia d’argento a Euro 2012 ma concluso in malissimo modo con la pessima prova fornita ai Mondiali.

Il prossimo tecnico del Galatasaray ha scritto una lettera di saluti alla Federazione e alla Nazionale stessa,  questo il testo integrale: “Quante cose succedono in quattro anni quante persone incontriamo, quanti legami si creano nella costruzione di un progetto. Vorrei salutare ad uno ad uno tutti coloro che mi hanno accompagnato, consigliato, sostenuto in questo mio percorso. Non mi è possibile perché sono tantissimi. Lo faccio con queste poche righe: è stato un privilegio lavorare con voi e ne sarò sempre orgoglioso. So quanto amore e quanta passione avete dedicato alla maglia azzurra. Un ringraziamento particolare lo devo al Presidente Giancarlo Abete, figura chiave di questo quadriennio, che ha sempre saputo dirmi la parola giusta nel momento giusto. Mi auguro che la nostra esperienza, sia in positivo che in negativo, sia un punto di partenza affinché il calcio nel nostro paese abbia quella dignità e quel rispetto che merita”.