SHARE

david luiz piange

Com’era prevedibile il malcontento dei tifosi verdeoro dopo l’incredibile disfatta nel 7-1 subito in Brasile-Germania dalla Seleçao di Scolari ha fatto si che avvenissero degli incidenti nelle principali località del Paese sudamericano subito dopo il fischio finale. Tanta è stata la frustrazione, tanta la delusione per un evento calcistico tante volte accostate al sociale ma che alla fine è culminato in qualcosa di anche peggiore del “Maracanazo” (l’inattesa disfatta del Maracanà dei Mondiali 1950 contro l’Uruguay) al punto tale che, soprattutto a Rio de Janeiro e Belo Horizonte, i sostenitori del Brasile hanno provocato non pochi disordini.

RIVOLTE – A Copacabana una maxi-rissa che ha interessato un centinaio di persone ha provocato un fuggi fuggi generale, e dei borseggiatori ne hanno approfittato per scippare numerosi presenti. A Belo Horizonte invece degli individui sono stati fermati dopo aver dato alle fiamme una bandiera del Brasile ed aver dato inizio a degli scontri, con la polizia locale costretta a fare uso di gas lacrimogeni.

AL FUOCO! – Infine a San Paolo almeno venti pullman sono stati dati alle fiamme in un garage, e poi c’è stato un assalto a numerosi negozi ed esercizi commerciali alla periferia della megalopoli. Le forze dell’ordine hanno tratto in arresto due uomini e quattro minorenni colti in flagrante con della refurtiva.