SHARE

olanda argentina

E’ la quinta sfida Mondiale tra Olanda e Argentina: nei quattro precedenti due vittorie ad una per gli orange ed un pareggio. Il successo dell’albiceleste è però il più pesante e coincide con la finale del Mondiale 1978, ad oggi l’unico successo dei sudamericani in otto sfide totali contro l’Olanda (4 sconfitte e 3 pari nelle restanti gare).

I sudamericani non raggiungevano la semifinale dal 1990, quando poi persero la finale di Roma contro la Germania: superando l’Olanda, la squadra di Sabella avrebbe così la ghiotta opportunità di cogliere la rivincita sui tedeschi 24 anni dopo. I tulipani, invece, vogliono centrare la seconda finale Mondiale consecutiva, dopo quella persa contro la Spagna nel 2010.

DE JONG RECUPERA, TORNA ROJO – Van Gaal spedisce Krul nuovamente in panchina, schierando il solito Cillessen tra i pali. Titolare anche il duttile Kuyt, pronto ad una partita di grande sacrificio sulla corsia destra, mentre al centro della mediana dovrebbe rientrare il fondamentale De Jong dal primo minuto. Conferma anche per Wijnaldum e, ovviamente, per il trio Sneijder, Robben, Van Persie. Dall’altra parte Sabella recupera Rojo sull’out sinistro ed ha un unico dubbio che riguarda il sostituto dell’infortunato Di Maria: al momento il favorito è l’ex romanista Gago, ma non è escluso l’impiego del laziale Biglia dal primo minuto. Chiavi dell’attacco affidate all’ormai collaudato trio guidato da Leo Messi, chiamato a trascinare i suoi compagni in finale.

PROBABILI FORMAZIONI

OLANDA (5-3-2): Cillessen; Blind,  Martins Indi, Vlaar, de Vrij, Kuyt; Wijnaldum, De Jong, Sneijder; Robben, Van Persie. Ct: Van Gaal,

ARGENTINA (4-3-3): Romero; Rojo, Garay, Demichelis, Zabaleta; Perez, Mascherano, Gago; Messi, Lavezzi, Higuain. Ct: Sabella