SHARE

hummels germania

Clamorosa la debacle di Belo Horizonte, ancora non digerita a pieno dai brasiliani: la Germania, dopo un primo tempo concluso sul risultato di 5-0, non si è fermata e nel secondo tempo, con una doppietta di Schurrle, si è portata sul risultato finale di 7-1. Il “fermarsi” è un punto di visto che trova terreno fertile solamente nel nostro campionato, emblematiche infatti le parole del difensore tedesco Mats Hummels: “Nello spogliatoio ci siamo detti che dovevamo restare concentrati anche nel secondo tempo e che non dovevamo umiliare il Brasile, cercando di continuare a giocare in maniera seria. Portare rispetto all’avversario è molto importante e noi l’abbiamo fatto continuando a fare la nostra partita per 90 minuti senza cercare giocate ad effetto“.

Emblematiche anche le parole dell’attaccante tedesco Miroslav Klose, che con il gol della semifinale ha superato Ronaldo nei marcatori all-time ai Mondiali: “Se ci hanno chiesto di fermarci? Io non ho sentito niente“. Molto umile anche il centrocampista tedesco Bastian Schweinsteiger, che si dice addirittura dispiaciuto: “Non mi dispiace assolutamente di essere andato in finale, ma mi sento di dover chiedere scusa al Brasile perchè so quanto dolore ha portato questo risultato. Noi abbiamo tentato di rispettare i brasiliani continuando a cercare la rete“.