SHARE

rp_Presidente-Abodi-Serie-B-300x178.jpg

Non solo Serie A: il calciomercato è iniziato ufficialmente anche per i colleghi della Serie B. La cadetteria si appresta a vivere la solita lunga e sfiancante stagione. In attesa di iscrizioni, conti da regolare e altre questioni burocratiche, inevitabile doversi concentrare sulla rumba del calciomercato: voci, affari ufficiali e ufficiosi, bugie e verità. Il grande circo è iniziato anche tra i piccoli. Andiamo ad osservare una ad una le situazioni delle squadre che l’anno prossimo battaglieranno fra loro per un posto in Paradiso.

L’Avellino, che l’anno scorso ha disputato tutto sommato un buon campionato, ha finora messo a segno 5 acquisti: al Partenio giocheranno Andrea Arrighini (attaccante prelevato dal Pontedera), Soumarè (giovane di belle speranze dell’Anderlecht), Petrucciuolo (ex Savoia), ma sopratutto sono arrivati in prestito rispettivamente da Atalanta e Milan il centrocampista Moussa Konè e il difensore Jherson Vergara. In uscita Zappacosta sembra arrivato ai saluti, essendo richiestissimo da molte società di A e B. Insieme a lui, quasi certamente partirà il giovane Izzo: i biancoverdi non hanno trovato un accordo col Napoli, che probabilmente lo venderà al miglior offerente.

Il nuovo Bari di Gianluca Paparesta si candida di diritto tra le possibili candidate al salto di categoria per la prossima stagione. Il mercato per adesso è ancora blocca, in primis per via della scelta dell’allenatore (rimane in pole position l’ex Spezia e Palermo Devis Mangia). Arrivano però notizie incoraggianti nell’ambito del rilancio del Bari in Italia: difatti, il club è riuscito a trovare un accordo per un’amichevole di lusso da disputarsi contro il Marsiglia il giorno 30 Luglio allo stadio San Nicola.

Il Bologna è riuscito a garantire l’iscrizione in cadetteria tramite fidejussione del Presidente Onorario Gianni Morandi. Adesso può dunque concentrarsi sul mercato per cercare di ritornare subito in Serie A. La squadra è da sfoltire e alcune operazioni sono state già fatte (la più importante sicuramente Christodoulopoulos al Verona), ma al contempo sono stati ufficializzati sia il nuovo allenatore (Diego Lopez, ex Cagliari) che un importante tassello per il centrocampo dell’anno prossimo: Francelino Matuzalem, veterano della mediana che in Italia ha già vestito le maglie di Napoli, Lazio e Genoa.

Situazione simile a Brescia: l’iscrizione per adesso non c’è. Dovrebbe arrivare, in ritardo. E dunque arriverà anche la penalizzazione. Nel frattempo, il Presidente Corioni ha deciso di vendere il club. Il vero problema è che tutti gli acquirenti fino ad ora in gioco (il più forte risultava essere Marco Bonimetti di AIB) sono usciti dalla partita. Fino a quando il Brescia non risolverà le sue problematiche, il calciomercato sarà un’utopia.

Il Carpi ripartirà da Castori, tecnico che conosce benissimo la Serie B, per impostare un campionato che punti a regalare qualche soddisfazione in più di una risicata salvezza. Castori porta esperienza e attenzione ai dettagli, starà ora alla società cercare di accontentare le sue richieste in sede di mercato. Fino ad ora, l’unica operazione in entrata è stata quella che ha portato in squadra l’ex centrocampista della Nocerina Alessio Sabbione. Il ragazzo ha firmato un triennale.

Catania riparte dalla Serie B con la speranza che questa stagione sia solo un Purgatorio e non si trasformi in Inferno. Maxi Lopez è stato ceduto al Chievo, così come Barrientos al San Lorenzo e Cabalceta al Cartaginés. Per Calaiò manca praticamente soltanto l’ufficialità, ma possiamo già dire che sarà lui l’attaccante principe della prossima stagione (anche per via della probabilissima cessione di Gonzalo Bergessio, che non parteciperà neanche al ritiro). Lo stesso Bellusci sembra molto vicino ad andarsene: per lui destinazione inglese, il Leeds di Massimo Cellino (che ha chiesto anche Doukara). Da registrare il ritorno di Sciacca dalla Ternana.

Il Cittadella sta provando a blindare Claudio Foscarini. L’entourage del tecnico temporeggia, ma la sensazione è che si andrà avanti insieme. Intanto, sono state 3 le operazioni in entrata: il terzino sinistro Antonio Barreca preso dal Torino, il portiere Alex Valentini acquistato dallo Spezia e, sopratutto, l’attaccante Alessandro Sgrigna strappato al Verona.

Capitolo Crotone: il tecnico Drago ha rinnovato fino al 2017 con il club calabro. L’obiettivo è certamente quello di confermare i playoff raggiunti nella scorsa stagione regolare. Per farlo, la società ha già messo a disposizione del tecnico giocatori quali Sergiu Suciu (l’anno scorso alla Juve Stabia ma di proprietà Torino), Ferrari (ex Gubbio) e l’esterno offensivo di proprietà della Roma Federico Ricci.

Il Frosinone, una delle neo promosse, continuerà ad affidare la guida tecnica della squadra all’ex attaccante di Napoli, Reggina e Torino Roberto Stellone. La rosa è da rinforzare in tutti i reparti, anche se per l’attacco è stato già prelevato l’ex Sassuolo Masucci: per lui contratto biennale con opzione per il terzo anno.

Entra nel vivo anche il mercato del Lanciano: dopo le cessioni di Minotti e De Col, arrivano in rossonero i giovani Agazzi e Conti (solo omonimi dei calciatori di Milan e Cagliari), entrambi dall’Atalanta. Il nuovo allenatore, Roberto D’Aversa, cercherà di beneficiare dei nuovi ragazzi e delle importanti conferme quali Paghera e Branescu.

Dopo aver sfiorato la promozione in A, il Latina riparte con la voglia di far bene. Pur senza il tecnico Breda (sostituito da Beretta), il club ha riscattato Paolucci, Crimi e Figliomeni, acquistando anche Andrea Rossi (l’anno scorso al Pescara). Il giovane talento Federico Viviani torna invece alla Roma.

Si torna a parlare di Breda, in questo caso per via dell’interesse del Livorno. Nicola non è stato riconfermato dopo la retrocessione e l’ex allenatore del Latina può essere un importante tassello per ripartire. Come nel caso del Brescia, però, anche il Livorno per ora non può agire sul mercato per via della mancanza di acquirenti: Spinelli sta cercando in ogni modo di vendere la società, per ora senza successo.

Novellino e il Modena ripartono ancora una volta con l’obiettivo playoff. Perso Babacar, tornato alla Fiorentina, la dirigenza sta cercando di rimpolpare la squadra (paiono in arrivo dalla Sampdoria Fornasier, Martinelli e Beltrame). L’unico acquisto ufficiale risulta per adesso quello del centrocampista Luca Nizzetto, che l’anno scorso ha fatto benissimo a Trapani. Ceduto Burrai, destinazione Monza.

Anche il Perugia lavora per tornare a calcare i palcoscenici italiani più importanti. Per ora sono due gli acquisti del club umbro: dalla Juventus è arrivato in prestito il giovane difensore Edoardo Goldaniga, mentre sempre in prestito ma stavolta dal Sassuolo arriverà Diego Falcinelli, che potrà così giocare con la maglia della squadra della sua città.

Dopo una stagione da dimenticare, il Pescara proverà a tornare grande e di certo parte come una delle favorite per la vittoria finale della Serie B. Il nuovo tecnico Marco Baroni ha preteso grinta e attaccamento alla maglia (due qualità che l’anno scorso sono parse mancare) e cercherà di cambiare la mentalità di una squadra estremamente discontinua. Sul fronte degli arrivi, si registra la quasi ufficialità del difensore ex Siena Pesoli.

La gloriosa Pro Vercelli, tornata in B dopo un solo anno in Lega Pro, riprenderà la stagione il 15 Luglio. Dopo il rinnovo delle comproprietà di Ruggiero e Belfasti con la Juventus, si penserà al mercato vero e proprio dopo il primo giorno di ritiro.

Situazione drammatica per il Siena, che rischia l’Eccellenza per via della mancanza di fondi che hanno portato alla momentanea non iscrizione in Serie B. Il Presidente Mezzaroma ha tolto le tende salutando l’ambiente: in questo momento ad occuparsi della società è il consigliere Alberto Parri che avrà l’onere e l’onore di cercare di salvare il Siena dal disastro. Inutile dire che il calciomercato risulta essere l’ultimo dei suoi problemi: indubbiamente, in questo momento bisogna dare priorità al destino del club.

Lo Spezia riparte da Nenad Bjelica dopo l’esonero di Devis Mangia: l’ex allenatore dell’Austria Vienna avrà a disposizione anche Giannetti, Culina e Catellani, riscattati dai rispettivi club. Qualcosa di muove anche in società: Budan sarà il nuovo team manager, Angelozzi è stato già ufficializzato come Ds. Da segnalare il 9 agosto un’amichevole con l’Atalanta, possibile assaggio di una futura Serie A.

La Ternana vuole ripartire dalla salvezza dell’anno scorso per ambire a qualcosa di più grande. Tante le conferme in rosa: Tesser resta come guida tecnica, Antenucci sarà ancora il capitano-bomber della squadra e anche il giovane Masi è stato trattenuto in squadra in compartecipazione con la Juventus. Via invece Sciacca, tornato a Catania.

Mancosu è indubbiamente il fulcro del mercato del Trapani: da una sua cessione si potrebbero ricavare soldi da spendere, ma l’intenzione del club sarebbe quella di trattenere il giocatore che però ha svariate offerte da club di A e B (in primis il Cagliari, che vorrebbe riportarlo a casa). Intanto, dal Torino ecco arrivare il portiere Lys Gomis (prestito secco) e il centrocampista Mattia Aramu (prestito con diritto di riscatto).

Anche il Varese probabilmente si iscriverà in ritardo alla prossima Serie B, dopo la salvezza risicata dello scorso anno arrivata solo ai playout. Per ora, poche le operazioni di mercato: in società si registra la promozione di Giuseppe D’Aniello a Direttore Generale, mentre in squadra è ufficiale l’approdo di Andrea De Vito, terzino sinistro ex Avellino. Pavoletti, principale artefice della salvezza dell’anno scorso, è stato invece controriscattato dal Sassuolo.