SHARE

La Final

 

Finalmente è arrivato il giorno che ogni tifoso di calcio aspetta impazientemente ogni 4 anni, è arrivato il giorno della Finale dei Mondiali. Fra poche ore, nella sacra cornice del Maracanã di Rio de Janeiro, Germania-Argentina si sfideranno per decretare la Nazione regina del mondo. Una finale come sempre va al di là di ogni pronostico  o lettura tattica, in occasioni così importanti sono spesso gli uomini a fare la differenza. Noi li abbiamo messi a confronto, 1 contro 1, ruolo per ruolo, attribuendogli alla fine un voto per il Mondiale fin qui disputato. Chi è la favorita per alzare sotto il cielo di Rio la Coppa del Mondo?

Neuer vs Romero: Uno scontro tra numeri 1 che, almeno sulla carta, è fra i più impari dei protagonisti in campo. Da una parte il portiere più forte del mondo, protettore dei pali del Bayer Monaco del Triplete 2013, dall’altra la riserva del Monaco, reduce da una stagione da nemmeno 10 presenze tra campionato e coppe. I due rigori parati contro l’Olanda hanno fatto risalire le quotazioni dell’ex doriano ma, memori della strepitosa sicurezza mostrata da Neuer e i clamorosi blackout di Romero, il nostro voto va decisamente al teutonico.
NEUER voto 9 – ROMERO voto 7

Lahm vs Zabaleta: Il capitano dei tedeschi, nonostante le estrose variabili tattiche di Guardiola e tal volta dello stesso Löw, ha finalmente ripreso il suo ruolo sulla destra che ne ha fatto uno dei migliori interpreti dell’ultimo decennio. In caso di vittoria entrerebbe nell’élite degli immortali che hanno sollevato da capitani Champions e Coppa del Mondo. Zabaleta, da sei stagioni titolarissimo in Premier League, sta disputando un Mondiale molto ordinato, senza regalare particolari acuti davanti, ma senza sbavature in fase difensiva.
LAHM voto 8 – ZABALETA voto 6,5

Hummels vs Garay : Confronto, per qualità fisiche e tecniche, ruolo in squadra e Mondiale fin qui disputato è pressoché alla pari. Il tedesco, dopo una stagione non particolarmente brillante, sta guidando con la forza di un veterano la propria difesa, trovando anche due gol, di cui uno decisivo alla Francia. L’argentino fino adesso non ha sbagliato un colpo, difesa a 3 o 4 per lui non fa differenza, in assoluto tra i primi 5 centrali del Mondiale e dell’ultima stagione.
HUMMELS voto 8,5 – GARAY voto 8,5

Boateng vs Demichelis: Il minore di casa Boateng, al contrario delle bizze del fratello, è un centrale di enorme affidamento, inserito perfettamente negli schemi del Bayern e della Nazionale tedesca. Spetterà a lui contrastare in ultima battuta Messi. Il centrale del City invece, è stato inserito dai quarti di finale per tenera a bada i giganti del Belgio è da allora non è stato più sostituito. Può alternare grandi giocate a svarioni clamorosi, potrebbe essere l’ago della bilancia del pacchetto arretrato.
BOATENG voto 7,5 – DE MICHELIS voto 6,5

Höwedes vs Rojo: Stesso ruolo ma interpretazione assolutamente opposta. Il centrale dello Schalke è stato reinventato da Löw sulla fascia sinistra, nonostante si tratti di un destro naturale. Grazie ad un innato senso della posizione e a una forma fisica straripante, sta disputando un Mondiale da Top Player. L’esterno argentino è una delle prime fonti di gioco dell’Albiceleste, con le sue sgroppate sulla sinistra riesce spesso ad andare sul fondo ed aprire le difese avversarie. Non altrettanto positivo in fase difensiva. HOWEDES voto 8 – ROJO voto 7

Schweinsteiger vs Mascherano: Davanti alla difesa non hanno equali e nel Mondiale l’hanno ampiamente confermato. Entrambe le squadre seguono il battito cardiaco di questi due fuoriclasse che, in caso di vittoria di uno o dell’altro, entrerebbero di diritto nella prossima top 5 per il Pallone d’Oro. Spesso in una finale alla qualità tecniche prevale la forza mentale dell’uomo, dalle loro parti verrà assegnata la Coppa del Mondo. SCHWEINSTEIGER voto 8 – MASCHERANO voto 9

Khedira vs Biglia: Il tedesco ha compiuto un mezzo miracolo recuperando dal gravissimo infortunio per essere presente al Mondiale. La sua condizione fisica cresce di giornata in giornata, come dimostra la prova superba contro il Brasile. I suoi inserimenti senza palla potrebbero essere una chiave interessante. Il centrocampista della Lazio, dopo essere subentrato in tutte le occasioni, si è preso una maglia da titolare dal quarto con il Belgio. Il suo gioco veloce e dinamico è stato preferito ai ritmi compassati di Gago.
KHEDIRA voto 7 – BIGLIA voto 7,5

Kroos vs Perez: Due tra i duelli più impari, per qualità tecniche e prestazioni al Mondiale. Il primo con 2 gol e 3 assist è in assoluto tra i giocatori più decisivi della Nazionale tedesca, mix perfetto tra forza fisica, senso tattico e pura classe. Il centrocampista del Benfica ricoprirà il ruolo di sostituire un insostituibile come Di Maria, in campo si dedicherà quasi esclusivamente alla fase difensiva per arginare il centrocampo tedesco.
KROOS voto 8,5 – PEREZ voto 6,5

Ozil vs Lavezzi: Il fantasista dei Gunners, rispetto alle sue qualità e alla forza dei suoi compagni, ha disputato un Mondiale quasi sottotono, non risultando quasi mai decisivo. La svolta potrebbe arrivare proprio nella giornata più importante. Il Pocho, al contrario della sua storia calcistica, si è tramutato in un perfetto soldatino sotto le direttive di Sabella. Sta giocando quasi da esterno basso ma con la sua progressione potrebbe infilare la compattezza della difesa tedesca.
OZIL voto 6,5 – LAVEZZI voto 7,5

Müller vs Messi: Il duello per eccellenza, la sfida nella sfida. Il Mondiale, il Pallone d’Oro, la classifica marcatori si deciderà tra questi duemagnifici calciatori. Numeri pazzeschi per il tedesco, 5 gol e 3 assist fino a questo momento Un gol in meno per la Pulga che però nella fase a eliminazione diretta ancora non ha timbrato il cartellino. Il giorno prescelto dalla storia è arrivato, El Diez non è mai stato così vicino.
MULLER voto 9,5 – MESSI voto 8

Klose vs Higuain: Due super bomber della serie A a contendersi la Coppa del Mondo. Miro è già entrato nel mito diventando il miglior marcatore della storia dei Mondiali ma adesso vuole la soddisfazione più grande. Un esempio di dedizione al lavoro che a 36 sta scrivendo le pagine più belle della sua carriera. El Pipita è stato decisivo solo nella partita con il Belgio ma, se dovesse arrivare la gabbia per Messi, sarà lui la chiave per aprire la porta tedesca.
KLOSE voto 8,5 – HIGUAIN voto 7,5