SHARE

coman

Nella nuova Juventus che comincia oggi la sua avventura per la stagione 2014/15 c’è anche il volto giovane e motivato di Kingsley Coman. Strappato al Paris Saint Germain dalla Juventus a parametro zero, i tifosi lo hanno già insignito del ruolo di “nuovo” Pogba nonostante il ruolo molto diverso.

NIENTE BLA BLA BLA– Lui, Kingsley, vola basso come giusto che sia a 17 anni e spiega a L’Equipe le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere la maglia bianconera: “Ho riflettuto molto prima di prendere una decisione. Si sono fatti avanti tanti club come Liverpool, Arsenal, Bayern Monaco, Bayer Leverkusen e Bordeaux, che mi garantiva di giocare. Ma io ho scelto la Juve, ha una grande storia coi francesi che a Torino hanno fatto spesso bene. Mi sono detto perché no? I dirigenti bianconeri poi mi hanno spiegato il loro progetto  e mi sono reso conto che non era il classico bla bla bla”.

DELUSIONE PSG– Coman, però, non risparmia una frecciata al suo ex club, il Paris Saint Germain, che non avrebbe creduto in lui quanto la Juventus: “E’ stata una grande delusione lasciare il Psg, è il club dove sono cresciuto e non ha dimostrato di credere in me. Qui alla Juventus nessuno mi ha garantito una maglia da titolare, però mi hanno assicurato che parto allo stesso livello degli altri. Credono in me e vogliono darmi una possibilità”.