SHARE

colantuonoIeri nel ritiro del centro sportivo di Zingonia è andata in scena la prima conferenza stampa di Stefano Colantuono, ai nastri di partenza di una nuova stagione con la sua Atalanta. Ecco le sue parole: “C’è voglia di ricominciare, inizia una nuova stagione per confermare ciò che di buono è stato fatto. Senza voglia di fare sarebbe tutto più difficile. Speriamo di ripetere quello che è stato fatto e migliorare. Con umiltà, non dobbiamo sederci sugli allori. Re settimo il passato e cerchiamo di ripartire, quando pensi di aver capito tutto poi arrivano le sorprese. Dobbiamo riapprociarsi con delle certezze e lavorando sodo”. 

OBIETTIVI“Immediata salvezza e poi vedremo. Abbiamo lavorato bene, il mercato dura molto e in Italia c’è l’abitudine di ridurre tutto agli ultimi giorni. Ci guarderemo intorno per integrare se possibile dove serve. Non voglio parlare di Europa che porta anche male. L’anno prossimo secondo me ci saranno le ripartizioni per diritto televisivo che cambieranno. Giocare in serie A l’anno prossimo diventerà importante, tutte le squadre vogliono raggiungere la salvezza. Sarà un campionato difficile e ci faremo trovare pronti. Ripartire meglio dall’anno scorso, eliminare certe partite e cercare una continuità l’anno scorso altalenanti nel girone di andata. Cerchiamo di fare punti fuori casa in maniera più importanti. Dobbiamo migliorare il rapporto partite in trasferta”.

BASELLI E I NUOVI GIOVANI“Sono curioso di vedere un po’ tutti, non ho nulla da conoscere di Baselli. Voglio vedere i ragazzi presi e quelli che sono ritornati. Grassi, Pugliese e Suagher affiancati, io guardo chi mi fa vincere e non il nome. Possono avere 19 anni che 37 se meritano giocano. Nessun tipo di vincolo. Solo apertura verso chi ti permette di vincere e salvarti”.

YEPES – “Yepes è stato uno dei migliori giocatori del mondiale, ora vedremo. Dobbiamo sfoltire un po’ la rosa, dipenderà da tutti il futuro di Yepes. Non è che le cose si fanno così, valuteremo le cose”.

MODULO“Ripartiamo con un modulo che conosciamo meglio, credo molto in questi ragazzi nuovi e bisogna metterli nelle condizioni ideali di esprimere il suo valore.”

OBIETTIVI DI MERCATO “Abbiamo lavorato sulla difesa che era quella da sistemare subito. Dovevamo portare un po’ di freschezza abbassando l’età media. Riscattato benalouane, vedremo Zappacosta. Ci siamo mossi sugli esterni e vedremo di finire la cosa in reparto offensivo. Ci muoveremo lì”.

CIGARINI “Cigarini è stato riscattato e abbiamo investito su di lui, nel calcio ne abbiamo avuti. Non ce ne liberiamo così tranquillamente, se arriva un’offerta di certo tipo e vediamo che la cosa può essere fatta la valutiamo. Per ora non ho segnali di questo tipo, è un giocatore portato qui è rilanciato. Veniva da qualche anno un po’ sottotono. Tutti sono indispensabili, non c’è certezza su nulla. Ci sono offerte, c’è voglia di cambiare.”

FUTURO CON L’ATALANTA  – “Qui sto bene la vivo bene c’è grande disponibilità, c’è una proprietà che mette a disposizione tutto, dove trovi una società così? È piacevole lavorare all’Atalanta, non ti fanno passare nulla. Ti guardano tutto, ti tieni sempre sveglio”