SHARE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Giuseppe Rossi dal ritiro della Fiorentina a Moena, in Trentino, ha affrontato diversi temi in conferenza stampa, su tutti quello relativo a Cesare Prandelli ed alla mancata convocazione per i Mondiali.

CESARE NON TI SENTO – Giuseppe Rossi ha esordito lapidario: “Di quello che dice Prandelli non mi interesso, penso solo al futuro. I tweet delle scorse settimane? Certo che li riscriverei, mi sono serviti per chiarire alcuni aspetti”.

L’ITALIA A CONTE – Come nuovo ct Giuseppe Rossi vede bene Conte: “Ha personalità da vendere, è un vincente e saprebbe portare gli stimoli giusti all’ambiente. Si vedrà. Io in maglia azzurra? Certo che ci voglio tornare”.

QUASI AL 100% – “Sto molto bene, ho cominciato a fare tanto lavoro anche individuale, è necessario farlo per il mio ginocchio, ma mi alleno anche col gruppo di mattina sostenendo la partitella al pomeriggio. Come fiato accuso un pò di stanchezza, ma adesso è normale”.

LA FIORENTINA NON VENDE – “Quest’anno spero che la Fiorentina possa arrivare fino in fondo con la maggior parte dei suoi uomini migliori, a differenza della scorsa stagione. E sono sicuro che nessuno andrà via da qui: dirigenti, giocatori e tifosi vogliono vedere il viola trionfare. Gomez e Cuadrado? Voglio giocarci ancora”.

LE CONCORRENTI – Per Giuseppe Rossi la Juventus è ancora la squadra da battere, “e poi c’è la Roma che sta facendo dei grandi acquisti. Poi ci sono anche le altre, ma la Fiorentina farà il proprio dovere”.