SHARE

blackpool

Situazione kafkiana quella che sta vivendo il Blackpool, compagine di Championship inglese che nel 2010-2011 ha anche fatto una apparizione poco fortunata in Premier League. I Tangerines sono in emergenza totale con soli otto calciatori regolarmente contrattualizzati mentre ben 27 altri elementi si sono letteralmente dati alla fuga, complice la difficilissima situazione economica del club.

STIAMO A CASA – Nelle ultime settimane la dirigenza del Blackpool, evidentemente con l’acqua alla gola, ha annullato tutte le amichevoli estive programmate in precedenza oltre ad una tornée in Spagna, come extrema ratio per fronteggiare la terribile crisi finanziaria che ha colpito la società del Lancashire.

BEATO OTTIMISMO – I tifosi ovviamente temono il peggio ma i dirigenti del Blackpool gettano acqua sul fuoco lasciandosi andare a dichiarazioni concilianti: “Siamo assolutamente tranquilli, non avvertiamo panico ed anzi, questa situazione del tutto originale comporta un vantaggio dato che il nostro manager Josè Riga potrà costruire la squadra come meglio crede; dal momento che occupa la nostra panchina soltanto da un mese avrebbe potuto imbattersi in un organico al completo ma che non reputava abbastanza forte”, ha spiegato il presidente Karl Oyston. Intento però mancano appena tre settimane all’inizio della nuova stagione che vedrà il Blackpool debuttare contro il Nottingham Forest, e di giocatori dalle parti di Bloomfield Road non se ne vede neppure l’ombra.

SHARE