SHARE

iturbe

Juan Manuel Iturbe è stato presentato pochi minuti fa come nuovo calciatore della Roma. Ecco le sue prime dichiarazioni:

Le tue sensazioni, l’ambiente.
“Voglio ringraziare tutti, sono felice di essere qui è una grande squadra. Ringrazio Walter, ora devo allenarmi per restare in una squadra che compete”.

 Sei qui per vincere lo Scudetto?
“Sono qui per imparare. Sono ancora un calciatore giovane con Garcia imparerò molte cose che mi mancano. Tutti vogliono vincere, noi siamo una squadra competitiva e speriamo di fare un grande campionato”.

Credevi di essere già della Juventus?
“Sono stato in vacanza con la mia famiglia, non sapevo niente di mercato perché sono arrivato da 2-3 giorni. Il mio procuratore mi ha parlato, io volevo firmare quel giorno ma sinceramente la Roma ha fatto un bel mercato perché non era facile negoziare con il Verona ma non sapevo niente del mercato”.

Cosa ti ha detto Garcia?
Mi ha detto che è felice. Io sono qui per lavorare, sono davvero contento di allenarmi con un tecnico che conosce tanto di calcio. Quando sono arrivato mi ha detto che mi voleva come ho giocato nel Verona. In questi giorni sapremo in che posizione mi schiererà.

 Ti riferivi alla Roma sul Tweet?
“Sono arrivato da 2-3 giorni in Italia. Il mio procuratore mi ha detto ‘guarda abbiamo questo’. Grazie a Dio sono in una squadra bellissima”.

 Ti contraddistingue il gioco palla al piede?
“Sì, mi piace essere cattivo in campo, mi piace fare le cose così perché sono un po’ pazzo”

 Non sapevi nulla di mercato. Si è trovato a scegliere tra la Juve e la Roma di concerto con il suo procuratore? Perchè ha scelto la Roma: la ritiene più forte dei bianconeri?
“Sono arrivato qui a Roma, lui mi ha detto ‘abbiamo questo’. Era tutto chiaro, volevo allenarmi il più presto possibile. La Roma ha fatto una trattativa buona con il Verona e ha convinto anche loro. Io sono qui e, come ho detto, sono felice”

 Accoglienza calorosa da tifosi e cronisti. Come gestirai le pressioni?
“Sono tranquillo, mi piace che la gente sia calda qui a Roma. Si vive di più e sono qui per lavorare e imparare tante cose che mi mancano”.

(fonte: insideroma.com)

SHARE