SHARE

2dc2eaa1411efe747170f78075f17d15_169_l

Nel pomeriggio è andata in scena a Pinzolo l’ultima amichevole dei nerazzurri dal ritiro estivo in Trentino, conclusasi con l’1-0 sul Prato grazie al gol di testa di M’Baye nella ripresa. Nel primo tempo Walter Mazzarri ha schierato la squadra col classico 3-5-2, con la coppia offensiva formata dal duo Icardi-Bonazzoli. Dal primo minuto si è visto anche Vidic, che è apparso già a proprio agio nella difesa a tre, dimostrando anche una buona condizione atletica dopo l’affaticamento dei giorni scorsi. La nota positiva del primo tempo è rappresentata dalla prestazione di Mateo Kovacic; il croato infatti si dimostra subito faro del gioco nerazzurro con spunti a ripetizione che però non portano a molto in fase di realizzazione, grazie anche a non una giornata di grazia vissuta dall’argentino Icardi. Nel secondo tempo c’è spazio per la difesa a 4 e per il nuovo acquisto Yann M’Vila, giocatore un pò appesantito ma che ha dimostrato una notevole sostanza in mezzo al campo. Già in serata i nerazzurri torneranno a Milano, per poi ripartire mercoledì verso gli Stati Uniti dove  saranno impegnati per il secondo anno consecutivo nella Guinness International Champions Cup. 

A margine dell’incontro ha parlato anche il ds dell’Inter, Piero Ausilio, ecco le sue parole: “Siamo soddisfatti perché torniamo a casa senza nessun giocatore con infortuni preoccupanti che in passato avevano già afflitto i giocatori nel ritiro. Abbiamo lavorato tanto per affrontare al meglio la tournée americana e il preliminare di Europa League al meglio. Quando rientrerà Palacio sarà un valore aggiunto. Un acquisto davanti sarà fatto, ma adesso preferiamo valutare le situazioni e aspettare qualche giorno per apsettare la situazione giusta a livello economico e non solo tecnico”. E sul mercato non si sbilancia: “Lamela, Jovetic e Hernandez sono tutti calciatori che hanno dei contratti con altri club. Nessuno di loro è svincolato e quindi il dover trattare con dei club rende tutto più difficile perché bisogna mettere insieme varie cose. Non ci sono obiettivi più difficili di altri da raggiungere. Faremo delle valutazioni di settimana in settimana per scegliere l’acquisto migliore”. Una chiosa sul cileno Gary Medel, che sembra sempre più vicino all’Inter: “Medel ci piace, ha caratteristiche che ci piacciono e che stiamo cercando per ampliare le qualità del nostro centrocampo. Anche lui è sotto contratto e quindi ci sono delle difficoltà da risolvere, specialmente per un acquisto a titolo oneroso come il suo”.

SHARE