SHARE

ecuador

L’Associazione Calciatori dell’Ecuador (AFE), ha ufficializzato la decisione di paralizzare a tempo indefinito il campionato visto che la maggioranza dei dodici club professionisti non pagano i propri giocatori.

L’AFE ha infatti annunciato di aver “decretato il primo sciopero nazionale dei calciatori, in considerazione della difficile situazione nella quale versano i calciatori dell’Ecuador”. Nel comunicato si aggiunge inoltre che la causa è “l’inadempimento contrattuale dei club e la regolamentazione completamente lesiva che colpisce i loro interessi”.

I dirigenti dell’AFE hanno consegnato al ministero delle Relazioni Lavorative le richieste del sindacato, mentre la Federazione Ecuadoriana di Calcio (FEF), li ha convocati per un dialogo aperto. Il direttore dell’AFE, Jorge Guzmán, ha annunciato che il 23 luglio non si giocherà la giornata del torneo ecuadoriano di calcio, come stabilito dalla FEF. “Mercoledì non si giocherà, la misura è stata presa all’unanimità da tutti i calciatori”, ha dichiarato Guzmán. “Solo un miracolo potrà fare in modo che si giochi mercoledì”, ha aggiunto Edwin Tenorio, vicepresidente dell’AFE. I ritardi salariali si sono registrati dall’anno scorso per ragioni che non sono state ancora debitamente spiegate dai club di calcio che devono affrontare una misura senza precedenti nella storia calcistica dell’Ecuador.

Fonte: Adnkronos

SHARE