SHARE

Ryder Matos ha firmato per il Cordoba qualche giorno fa La notizia era già nell’aria da una settimana, ma è arrivata l’ufficialità solo questa mattina. Prestito secco per la prossima stagione e l’attaccante brasiliano classe 1993, potrà andare  a farsi le ossa nella serie cadetta spagnola.

Questa l’intervista di “addio” a “FirenzeViola.it”:

La decisione di lasciare Firenze per la prossima stagione è maturata dopo aver parlato con Montella e la dirigenza, perché ha preso la decisione di approdare in Spagna?
“Su di me c’era l’interessamento di varie squadre, sia in Italia che in Spagna, e il mio obiettivo era quello di giocare con più continuità. Ho scelto il Cordoba in Liga perché credo che il calcio spagnolo sia quello più adatto alle mie caratteristiche. Credo che questa avventura possa farmi migliorare”.

Pensa di aver giocato troppo poco lo scorso anno con la maglia della Fiorentina?
“In verità no. Sono felice di aver avuto le mie occasioni ma quello che mi è mancato è la continuità. Il prossimo anno invece giocherò più spesso rispetto alla passata stagione e in questo modo potrò maturare”.

Gomez e Rossi lo scorso anno sono stati infortunati per gran parte del campionato. Nelle poche occasioni che ha avuto per allenarsi insieme a loro, crede di essere migliorato al loro fianco? 
“Ho imparato molto da loro due. Sono dei veri campioni. Sono molto contento di aver avuto la fortuna di potermi allenare insieme a loro e spero di poterlo rifare anche in futuro”.

Il tuo ricordo più bello in maglia viola?
“Senza dubbio il primo gol in Europa League. È stata un’emozione fantastica ma spero di provarne altre in futuro con la Fiorentina”

Cosa ne pensa di Babacar? Crede che possa affermarsi a Firenze?
“Giocare in serie A è molto difficile, ma gli auguro il meglio, sia per lui che per la Fiorentina”.

Un’ultima cosa: qual è il tuo obiettivo per il futuro?
“Il mio non è un addio ma un arrivederci. Spero di migliorare il prossimo anno per poi poter tornare a Firenze e fare bene in maglia viola. Il mio futuro sarà a Firenze con la Fiorentina”.

SHARE