SHARE

rocchi1

Come ogni anno, molti calciatori si ritrovano senza contratto nella fase estiva. Il rischio, sempre più concreto quando passano gli anni, è quello di non riuscire a trovare una squadra che abbia fiducia nelle proprie potenzialità. Di conseguenza, molti non riescono ad iniziare la stagione regolare in un una squadra di professionisti.

Secondo Eurosport.com, tenendo conto dei calciatori che fino al 30 giugno risultavano contrattualizzati, ad oggi ci sono ben 90 svincolati in tutta Italia. Molti sono reduci da un’esperienza con club che poi sono falliti (come ad esempio il Siena e il Padova), altri ancora sono senza contratto da anni o giocavano in campionati minori. Di questi 90 svincolati, ben 70 hanno deciso di allenarsi per tre settimane a Coverciano prendendo parte alla solita preparazione precampionato riservata appunto agli svincolati.

Molti sono i nomi “appetibili”: tra i senza contratti si possono notare soprattutto l’ex terzino di Napoli, Udinese e Liverpool Andrea Dossena (l’anno scorso al Sunderland, dove giocò solo 7 volte), l’ex capitano del Siena Alessandro Vergassola, l’ex Catania Davide Baiocco (l’anno scorso all’Alessandria) e l’ex esterno della Fiorentina e del Chievo Franco Semioli. Altri calciatori con un discreto passato tra le serie professionistiche e che adesso risultano svincolati sono Gaetano D’Agostino (che insieme ad Angelo è rimasto senza contratto dopo l’affaire Siena), Daniele Mannini (ex Napoli e Sampdoria), l’ex Inter e Lazio Tommaso Rocchi e il terzino Francesco Modesto. Fuori dalla lista si chiamano Simone Tiribocchi e Giacomo Tedesco: l’ex punta del Lecce e del Vicenza ha annunciato di voler smettere, mentre l’ex centrocampista del Napoli e della Reggina ha comunicato che inizierà la carriera da allenatore partendo dai ragazzini.

E ancora, tanti onesti mestieranti quali Dellafiore, Giacomazzi, Mingazzini, Marchini, Italiano, Perna e Plasmati. Menzione speciale per il “nonno” del gruppo, il 44enne (!) Battista Scugugia, e per Carlo Vicedomini, il quale la battaglia più grande l’ha già vinta a marzo sconfiggendo un meningioma benigno alla testa. Un vero e proprio esercito di calciatori in cerca di una nuova occasione. Qualcuno riuscirà a credere di nuovo in loro?

SHARE