SHARE

Juventusstadium

Il problema degli stadi nei campionati italiani si ripercuote con effetti più o meno negativi anche in ambito di indagini e classifiche. Infatti, secondo uno studio di Pluri Consultoria riportato da tuttomercatoweb sulle presenze medie negli stadi di tutto il mondo, la nostra Serie A risulta essere soltanto quarta.

Al primo posto, come preventivabile, troviamo la Germania con 43.173 presenti medi nell’ultima stagione di Bundesliga. Medaglia d’argento per la Premier League inglese con 36.589 spettatori negli stadi britannici, mentre la piazza d’onore spetta alla Spagna con 26.867 paganti in media nella Liga. Come già detto, all’Italia va la medaglia di legno, un quarto posto con 23,365 spettatori che deve far riflettere (praticamente il campionato tedesco ci doppia). La Serie A fa ancora parte del gruppo dei campionati principali d’Europa ma la distanza numerica con gli altri tornei va approfondita e non sottovalutata. Interessante (e demotivante) notare come la Serie B nostrana non sia nemmeno tra le prime 25 di questa classifica. Un altro segno del fatto che un progetto nazionale sugli impianti va attuato al più presto.

Scorrendo la classifica, si può osservare la quinta piazza della Liga MX Apertura messicana (22.939) e la rimonta della Ligue 1, che guadagna due posizioni rispetto all’anno scorso con 20.693 spettatori medi, davanti all’Argentina con 20.599. Sotto i ventimila troviamo campionati quali l’Eredivisie, la MLS americana e la Superliga Cinese che chiude la top ten. In calo la Zweite Bundesliga tedesca (11a) e la Championship inglese (13a). Fanalino di coda tra i campionati principali il campionato portoghese: soltanto 10. 217 spettatori in media nel 2014.

SHARE