SHARE

sassuolo juventus tevez

Stavolta tocca a Carlos Tevez il palcoscenico della conferenza stampa in quel di Vinovo, in casa Juventus. L’argentino torna a parlare davanti ai microfoni dopo l’estate e, soprattutto, dopo l’addio di Antonio Conte alla panchina bianconera e l’avvicendamento con Allegri.

Ecco tutte le dichiarazioni del fuoriclasse argentino: “Non conoscevo Allegri e non sapevo come lavorasse, ma ora stiamo procedendo bene e questo è l’importante. Conte via? Lui ci ha aiutato tantissimo ma dobbiamo essere noi giocatori a dimostrare il nostro valore per continuare a vincere. Lasciare la Juventus? Non ci ho mai pensato. Voglio rispettare il mio contratto di tre anni. La polemica su Mancini? Io non ho mai parlato con Marotta. Non si chiedono queste cose ad un giocatore, è la società che deve lavorare in tal senso. Quelli che mettono in mezzo queste voci vogliono solo il male della Juventus. E’ ovvio che la gente abbia preso l’addio di Conte in maniera poco felice, ma noi giocatori siamo concentrati solo sul nostro compito: rivincere il Campionato e fare bene in Champions League. Pereyra? Non è ancora ufficiale, non possiamo parlare ancora di lui. Arriva lui e parte Vidal? Noi crediamo che resti con noi. Penso che i campioni come lui debbano rimanere alla Juventus. La Roma e il Napoli sono meglio di noi? Questo si vedrà sul campo. Per ora i Campioni d’Italia siamo noi…Sono molto contento per l’arrivo di Evra, che per me è un amico, e penso che dovremmo lavorare anche insieme a lui per andare molto avanti in Europa. Confermarsi? E’ di certo più difficile vincere lo Scudetto per tanti anni di fila. L’Argentina al Mondiale? Penso che avrebbe potuto vincere la Coppa perché ha giocato meglio della Germania per me. Purtroppo la palla non è mai entrata, questo è stato il problema. Morata vuole vincere la Champions con la Juventus? Penso che con questa squadra possa essere possibile, basta fare di più in Europa. Io mi sento bene, ho preso 8 kg! (ride)…Sono carico, e aspetto che arrivino gli altri compagni reduci dal Mondiale per vincere di nuovo il Campionato.

SHARE