SHARE

Icardi

Il nuovo progetto di ricostruzione dell’Inter 2014/15 non può che avere Mauro Icardi come fulcro centrale della rinascita. Il giovanissimo attaccante argentino dovrà caricarsi sulle spalle l’attacco nerazzurro, dimostrando, come fatto nella seconda parte della passata stagione, di non sentire la pressione. Proprio oggi lo stesso Maurito ha parlato ai microfoni di ‘InterChannel’, della sua situazione e della prossima annata nerazzurra: “”La mia vita è cambiata. Due anni fa la gente non mi conosceva, giocavo nelle giovanili e adesso è tutto diverso, un altro tipo di vita. La pressione per i gol? Non sento la pressione per segnare, la punta deve fare gol ed è normale che i tifosi chiedano questo. Ognuno ha le proprie responsabilità, come difensori e centrocampisti. Il calcio è fatto di gol e quello spetta a noi attaccanti”.

SQUADRA AFFAMATA – Icardi ha poi proseguito così su Mazzarri: “Futuro dell’Inter? Mazzarri vuole una squadra affamata, è una sua caratteristica. Lavora sia a livello fisico per andare più forte degli altri sia a livello caratteriale. Lavoreremo molto su questo. Kovacic? Con lui c’è intesa totale. Lui appena vede un mio movimento mi serve alla perfezione e, per me, è tutto molto più semplice. I tre impegni? Vogliamo vincere tutto. Alla fine tireremo le somme, non si molla di un centimetro”.

SHARE