SHARE

mazzarri

Intorno alla mezzanotte italiana, l’Inter di Mazzarri farà il suo esordio nella Guinness Cup contro i campioni d’europa del Real Madrid. Il tecnico nerazzurro a poche ore dall’incontro ha parlato ai microfoni di Inter Channel, queste le parole del livornese.

STIAMO BENE – “Ci siamo ambientati subito bene, i ragazzi hanno riposato, quello era l’importante, hanno smaltito il fuso orario, la squadra mi sta seguendo, stanno facendo il massimo, sono felice lavorativamente parlando”.

SPERIMENTARE – “Fa parte del mio lavoro. Si stanno aggiungendo i ragazzi piano piano, questo non facilita l’aspetto fisico. Chi arriva per ultimo deve fare un certo tipo di lavoro, per queste partite non sarà pronto, dipende dai casi. Ad esempio Vidic non era abituato a un certo tipo di schema, farà un tempo magari”.

IMPARARE A SOFFRIRE – “Mi aspetto di vedere una squadra che inizi ad essere squadra, che soffra se c’è da soffrire, ma che metta anche in difficoltà. Affrontiamo i campioni d’Europa, ma comunque è una verifica anche per il futuro”.

GIOCHIAMOCELA – “In questa fase bisogna essere maturi e bisogna valutare la prestazione a prescindere dal risultato, questo infatti va lasciato per ultimo, anche se bisogna provare a giocarsela con tutti, a partire da questa amichevole”.

KOVACIC FUORI – “Ieri Mateo stava bene, stava facendo un buon lavoro, poi ha avuto un affaticamento, domani non lo rischierò per prudenza, proprio per non perderlo a lunga durata. Le valutazioni le farò al momento. Un tempo e qualcosa la maggior parte dei ragazzi potrà reggerla, poi dipenderà dai casi, come ho detto di Vidic e altri”.

SHARE