SHARE

lotito

Il Presidente della Lazio Claudio Lotito ha rilasciato un’intervista al giornale Il Fatto Quotidiano, una chiacchierata dal titolo eloquente: “Io e Tavecchio, i Robin Hood del calcio”.

Si può facilmente evincere che il primo argomento trattato nella breve discussione riguarda il nuovo candidato alla Presidenza della FIGC, in particolare la gaffe (se tale si può chiamare un’affermazione simile) sui “mangiatori di banane” che vengono a giocare a calcio in Italia: “Stava facendo un ragionamento sull’impiego di questi ragazzi, sul fatto che tolgono spazio ai nostri giovani. Bisogna valutare la ratio delle parole. Lui proviene dalla Lega Dilettanti che è il contrario della discriminazione: è la base del calcio italiano“.

In un’altro stralcio dell’intervista, Lotito non risparmia la Roma con una frecciatina dopo l’affare Astori per cui il Presidente laziale ha ricevuto svariate critiche: La Roma ricordi la Coppa Italia. Io non ho mai detto che avrei comprato Astori. Ho sei obiettivi per quel ruolo. Uno si dà delle priorità: Astori non era priorità. Chiusura su Tare, rassicurato da Lotito e pronto a restare al suo posto: “Tare purtroppo non parla benissimo l’italiano, non è vero che si vuole dimettere, come hanno scritto”.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE