SHARE

Keita

Ha destato scalpore nella gara amichevole tra Roma e Real Madrid, vinta dai giallorossi per 1-0 con rete di Totti, l’atteggiamento di Seydou Keita e Pepe: i due, dopo non essersi stretti la mano, hanno finito quasi per far scaturire la loro antipatia reciproca in rissa, con Keita che ha finito anche per lanciare una bottiglietta a Pepe.

Ebbene, attraverso il suo profilo Twitter è proprio Keita a dichiarare le sue verità per cercare di chiarire la questione. Ecco quanto scritto dal centrocampista della Roma, che espone tre motivi di astio: “Uno, mi ha chiamato scimmia durante un Real Madrid-Barcellona. Due, non mi ha stretto la mano. Tre, mi ha sputato e io ho lanciato la bottiglia. Mi dispiace per il mio atteggiamento”.

Vecchie ruggini tra due ex avversari del Clasico che, speriamo, possano essere presto accantonate.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE