SHARE

rebic2

C’è chi sta bene, chi viene decantato dalla critica e dai giornali, come Mario Gomez e Giuseppe Rossi, a loro si uniscono i nuovi giovani Babacar e Bernardeschi; ci sono poi però anche gli altri, quelli che, dopo una stagione non proprio al top e dopo i Mondiali, si sono ritrovati solo adesso ad iniziare la preparazione con il rischio di vedere le proprie chance di titolarità in frantumi o quasi. Questa è la storia di Ante Rebic, giovane croato arrivato a Firenze l’anno scorso sul finire del calciomercato con tante speranze, e che adesso reclama il suo posto nella Fiorentina di Montella.

DICHIARAZIONI REBIC Queste le parole di Rebic al sito croato Sportske Novosti (traduzione di Violanews.com“Ho iniziato la preparazione a Firenze, io e Aquilani stiamo lavorando con un programma personalizzato e tra poco ci sarà anche Cuadrado. La squadra invece si trova in Sudamerica e io rimango in attesa di parlare con Montella il 4 di agosto. Gli dirò una cosa ‘Voglio giocare! Alla Fiorentina o altrove’. Se mi vede all’altezza di poter giocare con continuità qui sono contento, altrimenti preferisco essere mandato in prestito. Giocare nel club è fondamentale per crescere e per conquistarmi un posto in nazionale, giocare è la mia unica priorità. Il Parma? Non so, ho solo sentito qualche voce. Il Mondiale è stato una bella esperienza, sono soddisfatto anche se potevo fare di più”. Rebic racconta poi dei suoi problemi fisici “Ho un’infiammazione al ginocchio e dopo ogni allenamento faccio terapia, credo che non ci vorrà molto per raggiungere il top della forma. Non sono stato molto fortunato da quando sono arrivato in Italia, su 9 mesi della scorsa stagione sono stato 6 mesi infortunato per un problema al piede. La cosa importante è lasciarmi i guai fisici alle spalle nella prossima stagione”.

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)

SHARE