SHARE
interroma
Vidic, tutto il resto è noia- I primi minuti del match sono particolarmente bloccati, con l’Inter che prova a fare la partita e la Roma che tenta di rendersi pericolosa in contropiede. I giallorossi nonostante tutto sono i primi a rendersi pericolosi, ma le conclusioni dalla distanza di Nainggolan e Iturbe non impensieriscono più di tanto l’attento Handanovic. Dall’altra parte la manovra non trova molti sbocchi ed Icardi non riesce a trovare lo spazio tra i colossi Astori e Benatia, subentrato a Castan con evidenti problemi fisici. Come spesso succede a partite così equilibrate, a sbloccare il risultato è una palla inattiva: su punizione dalla trequarti di Dodo irrompe Vidic, che insacca alle spalle di Skorupski. Si va al riposo sul punteggio di 1 a 0 per l’Inter, ma il match è equilibrato ed il pareggio sarebbe forse stato il risultato più giusto.
Colpo di grazia del sol levante- La Roma riprende con il piede sull’acceleratore, con Destro che si mangia un gol già fatto spedendo al lato un colpo di testa a pochi passi dalla porta difesa da Handanovic. I primi minuti sono soltanto un falso allarme ed i ritmi di gioco tornano rapidamente ad essere bassi e compassati: lo scontro avviene principalmente a centrocampo, dove il folto numero di uomini ingolfa il gioco delle due squadre. Inizia la girandola dei cambi e si vedono alcuni spazi dove l’Inter prova ad inserirsi, in particolare con i neo entrati D’Ambrosio e Guarin. Proprio su un cross del terzino italiano arriva il raddoppio nerazzurro: la palla viene sporcata dalla difesa ma finisce sul destro di Nagatomo che scaglia il pallone alle spalle dell’incolpevole Skorupski. La Roma prova a salvare almeno l’onore, ma l’Inter tiene bene il campo e va più volte vicina al terzo gol. La squadra di Mazzarri porta a casa un ottimo risultato e mette pressione allo United, costretto a vincere per mantenere la testa del girone.
Inter-Roma 2-0 ( Vidic, Nagatomo)
Inter (3-5-2) Handanovic (Carrizo); Andreolli (Ranocchia), Vidic (Silvestre), Juan Jesus; Nagatomo (Mbaye), Jonathan (Khrin), M’Vila (Kovacic), Kuzmanovic (Guarin) , Dodò (D’Ambrosio); Botta (Laxalt), Icardi (Bonazzoli).

Roma (4-3-3) Skorupski; Florenzi (Calabresi), Astori (Balasa), Castan (Benatia) (Romagnoli), Emanuelson (Cole); Pjanic (Keita), De Rossi (Ucan), Nainggolan (Paredes); Iturbe (Sanabria), Destro (Totti), Ljajic (Borriello).

SHARE