SHARE

MUN

La pressione dell’Inter non turba più di tanto il Manchester United di Van Gaal, che supera il Real campione d’Europa e continua la sua marcia positiva nella Guinness Cup. I Red Devils sembrano consolidarsi nel 3-4-1-2 su cui sta lavorando il tecnico olandese, risultando bilanciati in difesa e sempre pungenti in fase offensiva. Poco brillante il Real di Ancelotti, con giocatori ancora lontani dalla forma migliore e tanti giovani che soffrono forse il confronto contro avversari esperti e guidati da una vecchia volpe del calcio mondiale.

Forever Young- Sugli scudi l’esterno inglese, reinventato “terzino” anomalo e capace di sfruttare la sua velocità su entrambe le fasce. Nella prima frazione di gioco Young va a segno ben due volte, con il Real che accorcia con un rigore di Gareth Bale. Nella ripresa i Blancos non pungono e subiscono addirittura la terza rete con Javier Hernandez, tornato in gran forma dopo il disastroso anno con Moyes nonostante le voci di mercato che lo vorrebbero lontano da Manchester. Ottima vittoria, dunque, per la compagine di Van Gaal che inizia a far accendere la spia di Chelsea, City e Liverpool: aprite gli occhi, quest’anno per la lotta per la Premier ci saranno anche i Red Devils

 

Manchester United-Real Madrid 3-1 (Young, Young, Bale, Hernandez)

SHARE