SHARE

Renate-Milan amichevole

Giampaolo Pazzini si mostra fiducioso in vista del campionato 2014/2015, che vedrà il Milan impegnato soltanto sui fronti Serie A e Coppa Italia. Nonostante in Guinness Cup si sia vista una squadra lenta, impacciata ed ancora lontana dalla forma migliore, il centravanti di Pescia non perde il sorriso, al pari del suo allenatore, Filippo Inzaghi.

MEGLIO PERDERE ORA CHE DAL 31 – All’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” Pazzini ha dichiarato: “Il mister ci sta trasmettendo entusiasmo e spirito da Milan, è riuscito a farci capire nuovamente cosa vuol dire indossare questa maglia. Negli allenamenti è maniacale, preciso, e solo così si può fare bene, con il duro lavoro. Tutta la squadra lo segue e cerca di mettere in pratica i suoi dettami con grande voglia, del resto tutti noi abbiamo desiderio di riscattare un’annata incolore e dal 31 agosto i nostri tifosi torneranno a regalarci tanti cori ed applausi. Intanto qualche bastonata adesso non può che farci bene. In Guinness Cup abbiamo creato poco e difeso male, ma Inzaghi migliorerà le cose”.

BASTA PARLARE DI MARIO – Pazzini infine cerca di mettere un grosso punto finale su Balotelli: “Si parla troppo di lui, è il momento di finirla e di lasciarlo in pace. Io e Mario possiamo giocare insieme, a lui piace svariare intorno all’area di rigore, io invece per caratteristiche sono portato a restare sotto porta per segnare perciò le nostre caratteristiche si sposano alla perfezione. Balotelli ora mi sembra molto tranquillo e determinato, si sta allenando benissimo e vuole prendersi tante rivincite”.

SHARE