SHARE

hamsik coppa italia2

Marek Hamsik è tornato a sorridere sopo un buon precampionato in cui è stato tra i migliori del Napoli 2014/2015. Lo slovacco, che sarà capitano della formazione azzurra, ha toccato diversi argomenti in un’intervista concessa all’edizione odierna de “Il Corriere dello Sport”.

CHE ONORE – Hamsik comincia: “Mi sento entusiasta come il primo giorno che venni qui nel 2007 da perfetto sconosciuto. Avere la fascia di capitano al braccio è un orgoglio indescrivibile ed una responsabilità enorme che mi spinge a dare tutto me stesso. La squadra vuole andare in Champions League, lo merita la città e lo meritano compagni, dirigenza e tifosi”.

L’INFORTUNIO E LA RINASCITA – Hamsik parla anche dell’infortunio che dallo scorso novembre lo ha frenato per tutto il resto del campionato: “A me non era mai capitato di farmi male per così tanto tempo, è stata una situazione particolare e non nascondo di aver vissuto momenti davvero complicati nei quali sentivo di non essere più me stesso. Ma volevo che la gente tornasse a vedere il Marek Hamsik di sempre, anche se avevo la sensazione di non riuscire più nemmeno a palleggiare, come se avessi perso la capacità di quel che sapevo fare. Ora però è tutto passato e voglio prendermi tante rivincite e soddisfazioni, specialmente per i nostri impareggiabili tifosi che sono sempre fantastici con me, è una cosa che non dimenticherò mai. Problemi di modulo con Benitez? No, sono sempre stato a mio agio con gli schemi del mister”.

VINCERE! – Hamsik chiude parlando dell’obiettivo principale del Napoli per quest’anno: “Vogliamo lo scudetto e non ci nascondiamo, il campionato al via tra meno di un mese sarà più equilibrato rispetto agli ultimi anni ed anche altre squadre come Fiorentina ed Inter sono migliorare. A noi è mancata continuità l’anno scorso ed abbiamo avuto qualche episodio penalizzante ma la vittoria in Coppa Italia ha sistemato tutto”.

SHARE