SHARE

rp_Giampiero-Ventura-tecnico-del-Bari.jpg

Giampiero Ventura presenta la sfida di Europa League. Ecco le sue parole in vista del match di domani contro il Brommapojkarna:

“Questa è una grande partita che rappresenta un obbiettivo raggiunto. Se ripenso a quando siamo partiti, i 13mila contro il Lumezzane, siamo ancora qui a commentare uno stadio pieno per un partita non di cartello. La gente viene a vedere il Toro, e non più gli avversari. Lo stadio pieno è il modo dei tifosi di dire “siamo tornati”. Avevano bisogno di professionalità e orgoglio, ora abbiamo tutto. La tifoseria del Toro è una di quelle che ha scritto la storia e continuerà a farlo, al fianco della squadra. Mi sento di ringraziarli perchè non ci hanno mai abbandonato.”

FORMAZIONE –  “Chi non è in grado di giocare non sarà neanche convocato. Maksimovic ed El Kaddouri non stanno bene e non li convocherò neanche. Cerci è indietro con la preparazione e non ci sarà. Gli altri sì. Spero che domani sia una grande festa per tutti. Vedremo di esprimerci al meglio e festeggiare il passaggio del turno. Quagliarella deve stare tranquillo, non serve aggiungere pressione. Domani mi aspetto una grnade prestazione da tutti, voglio vedere i miei giocatori con la fame di vittoria. Posso dire che Quagliarella sarà convocato, ma non deve forzare i ritmi o subire eccessive pressioni. Darmian può essere convocato perchè non ha mai smesso di giocare essendo andato ai Mondiali. Per questo motivo è più avanti di condizione rispetto allo stesso Quagliarella.”

ESORDIO IN EUROPA“Vedo solo tanto entusiasmo bei giocatori, arrivare ai gironi sarebbe una grande soddisfazione. Non penso alla mia carriera personale, ne ho passate davvero tante. Vado avanti senza soffermarmi su queste cose.”

CERCI –  “Cerci sta bene e sta lavorando. Vuole fare una grande stagione, non so che maglia, ma vuole farla.”

ORGOGLIO – Glik, Darmian e Vives? I 22mila di domani sono anche figli loro, perchè erano in Sisport già dal primo allenamento con noi e ora hanno ricostruito un ambiente. Glik deve essere orgoglioso di quanto è cresciuto e ci auguriamo che questo sia solo l’inizio.”

SHARE