SHARE

fiorentina-kalloni

Fervono i preparativi in casa Fiorentina in vista della prossima, intensa, stagione 2014/15. Oggi andiamo ad analizzare qualche dato proveniente dalla campagna abbonamenti saggiamente raccolto dalla testata giornalistica gigliata violanews.com, a cura di Roberto Vinciguerra, da sempre vicina alla squadra dei Della Valle. Un grande club deve essere, appunto, grande anche nel rispetto e utilizzo del proprio marchio, sfruttano al massimo il proprio “marketing” al fine di “ingraziarsi” quel bilancio tanto caro al Fair Play Finanziario di “platiniana” memoria.

TREND ABBONAMENTI FIORENTINA La prelazione per i già abbonati è scaduta appena cinque giorni fa, esattamente il 3 agosto, sono stati rinnovati circa 17.500 abbonamenti, corrispondenti al 73% degli aventi diritti (gli abbonati 2013/14 erano infatti 23.832) registrando un netto incremento rispetto alla fine della prelazione dell’anno passato (rinnovarono in 12.500), e che fa schizzare il dato al 3° posto della classifica “all time” dell’era Della Valle (superato solo dalle annate 2007 e 2008 con, rispettivamente, 20.300 e 20.328 rinnovi). A fronte di un vasto consenso popolare sui rinnovi non si può dire lo stesso per quanto riguarda il parziale di vendite totali, comprendente quindi i nuovi iscritti, appena 1000 in 5 giorni, dato questo che dirotta la campagna abbonamenti della Fiorentina 2014/15 al 4° posto per quanto riguarda la graduatoria aggiornata allo stesso periodo delle annate precedenti. L’obbiettivo non scritto, ma sperato, della società è quello di ripetere, e magari superare, il trend dell’anno passato, che vide ben 23.832 tifosi sottoscrivere l’abbonamento, il che non può non rimandare al discorso obbiettivi e colpi di mercato. L’anno scorso il colpo Gomez era valso alla viola un ritorno d’immagine di dimensioni notevoli, basti ricordare il colpo d’occhio del Franchi al momento della presentazione del giocatore teutonico. Quest’anno la tifoseria si interroga invece su quale sia la vera volontà della società, sebbene lo sforzo per trattenere Cuadrado sia, al momento, un “mattone” fondamentale di tutta la finestra di mercato gigliata. Brillante, Octavio e Tatarusanu non possono essere dei nomi entusiasmanti per gli appassionati viola, motivo in più per gli stessi dirigenti toscani per tornare a stupire in sede di mercato, e perchè no, tastare il polso del tifo anche tramite la campagna abbonamenti.

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)

SHARE