SHARE

Mazzarri

Walter Mazzarri ha parlato del sorteggio di Europa League e degli ultimi arrivati in casa Inter ai microfoni del canale tematico dei nerazzurri. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore:

EUROPA LEAGUE – ”Il calcio, lo abbiamo visto anche ai Mondiali, si sta livellando. Inoltre le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Dobbiamo allenarci bene in questo periodo per arrivare alle due sfide con lo Stjarnan al top. Non dobbiamo sottovalutare l’ostacolo. Mi viene in mente anche le qualificazioni ai Mondiali: l’Islanda ha perso solo ai playoff con la Croazia. Quest’anno vogliamo vedere lo spirito di squadra: se noi la mettiamo alla pari con l’avversario anche a livello agonistico, possiamo far valere anche le nostre qualità. Altrimenti si può soffrire con tutti. Vedo che i ragazzi rispondono al meglio alle sollecitazioni, anche sotto l’aspetto mentale”.

L’EINTRACHT E IL PAOK – ”Con le squadre tedesche sappiamo che troveremo un bell’ambiente, ci sarà di fronte una squadra fisica. Dovremo tirare fuori gli attributi anche col Paok: mi piacciono questi test difficili, in cui fare le prove per le gare ufficiali in cui ci saranno in ballo punti”.

GLI ULTIMI ARRIVATI – ”Devono avere una base di lavoro alla pari degli altri. Hernanes lo porto perché è arrivato prima. Cercheremo di portare tutti alla miglior condizione possibile per quando ci saranno le partite che contano. Oggi s’è fatto male Kuzmanovic, che avrebbe dovuto giocare visto che è uno di quelli che lavora con noi dall’inizio del ritiro. Ora vedrò come sostituirlo proprio per innalzare il minutaggio della rosa. Bisogna tenere in considerazione la condizione fisica. Chi è arrivato dopo o chi, come Kovacic, ha subito infortuni, dovrà essere valutato per bene. Mateo partirà titolare domani, vediamo fin dove arriverà col minutaggio. Hernanes è stato eccezionale: una voglia di giocare pazzesca. Ma occhio agli infortuni, perché i carichi di lavoro sono pesanti. Domani, comunque, potrebbe fare uno spezzone di gara”.

OSVALDO – ”Domani non ci sarà proprio per il lavoro fisico che deve fare, ma ha già fatto gli schemi tattici. Io lo stimo da tempo, lo voglio inserire nel più breve tempo possibile e spero di fargli fare la migliore annata possibile. Le qualità sono indiscusse e indiscutibili”.

SHARE