SHARE

pogba

Finisce 2-3 fra le All Stars dell’A-League e la Juventus: i bianconeri, ancora sulle gambe dopo la pesantissima preparazione comandata da Allegri, soffrono molto la fisicità e il dinamismo della squadra capitanata da Alessandro Del Piero. Test utile per verificare la tenuta fisica dei giocatori: Pogba e Lichtsteiner i migliori, Tevez a sprazzi, Evra deve ancora trovare la miglior condizione fisica ma mostra di avere un ottimo piede mentre Simone Pepe ha voglia spaccare il mondo e si vede. La nota negativa è la prestazione di Angelo Ogbonna, colpevole in entrambe le reti degli Aussie. Llorente, a discapito dei pochi palloni toccati, sta dimostrando un cinismo sottoporta che era mancato la scorsa stagione: c’è ancora moltissimo da lavorare per l’allenatore livornese nonostante il risultato positivo.

LA PARTITA Juventus ancora molto imballata: lo si vede sin dai primi contrasti, con i bianconeri che si presentano ai contrasti con verve di molto minore rispetto agli australiani. Dopo appena 10 minuti di gioco è Carrusca a bersi Ogbonna, battendo Buffon con un preciso sinistro e portando in avanti la squadra capitanata da Alessandro Del Piero. L’ex capitano della Juventus mostra sprazzi della solita classe, bei cambi di gioco e qualche buon dribbling, svariando su tutto il fronte offensivo: un paio di occasioni, una su calcio di punizione e una dal vertice sinistro dell’area che non hanno però impensierito l’amico Buffon. In chiusura di prima frazione è Carlos Tevez a far tremare il palo alle spalle di un buon Galekovic, ma quando l’arbitro fischia l’intervallo il risultato è ancora fermo sull’1-0 per la rappresentativa australiana.

Nella seconda frazione la Juventus entra in campo con maggiore cattiveria e dopo un quarto d’ora trova il pareggio: Pirlo serve Evra sulla fascia sinistra, il francese trova lo spazio per mettere in mezzo un cross delizioso, per il solito Llorente mettere in rete la palla dell’1-1 è un gioco da ragazzi. Al minuto numero 70 Gombau inizia la girandola di cambi, e ad inaugurarla è proprio il numero 10 Alessandro Del Piero che lascia spazio a Williams. Con gli uomini più freschi la rappresentativa della A-League riesce a portare un pressing maggiore: il neo entrato Juric approfitta ancora della marcatura morbida di uno sbadato Ogbonna e batte Storari con un preciso tiro di sinistro.

In chiusura c’è spazio per il pareggio bianconero: Pepe mette un bel cross nel mezzo e sulla respinta della difesa australiana Paul Pogba si esibisce in stop e tiro che freddano gli avversari. Non finisce qui però: al 92′ minuto si completa la rimonta bianconera con Simone Pepe. Il centrocampista romano scarica in porta un tiro molto rabbioso dopo una mischia in area: le voci mercato lo vogliono lontano da Torino, ma lui si sta ritagliando sempre più spazio nel cuore dei tifosi juventini oltre alla considerazione nelle gerarchie di Allegri. Il prossimo ed ultimo appuntamento della tournée per i bianconeri è a Singapore contro una rappresentativa locale: la preparazione si chiuderà poi a Torino con la partita contro la Juventus B e il Trofeo TIM.

MARCATORI 9′ Carrusca (AAS), 59′ Llorente (JUV), 76′ Juric (AAS), 87′ Pogba (JUV), 90’+2 Pepe (JUV)

A-LEAGUE ALL STARS (4-3-3) Galekovic (70′ Birighitti); Roux, North (65′ Twaithe), Smith, Rose (70′ Ali Abbas); Broich, Riera, Carrusca (65′ Montgomery); Ibini, Berisha (74′ Juric), Del Piero (63′ Williams). All. Gombau.

JUVENTUS (3-5-2) Buffon (70′ Storari); Ogbonna, Bonucci, Caceres; Evra (70′ Asamoah), Marchisio, Pirlo, Pogba, Lichtsteiner (79′ Pepe); Tevez (79′ Coman), Llorente. All. Allegri.

SHARE