SHARE

botta inter

Brutto passo indietro per l’Inter di Walter Mazzarri. Dopo la tournée americana ben giocata dai nerazzurri, arriva la sconfitta a Francoforte sul Meno contro l’Eintracht. Un passivo di 3-1 frutto di tanti errori in fase difensiva e agevolato da una manovra offensiva sterile, senza mai un accenno di verticalizzazione. Se da una parte la squadra tedesca è comunque più avanti nella preparazione, dall’altra è impossibile non sottolineare come i nerazzurri abbiamo affrontato sottotono il match valido per la prima edizione del “Frankfurt Main Finance Cup”.

Mazzarri ha riproposto il classico 3-5-1-1 con la presenza di Kovacic e M’Vila in mezzo al campo. Partita giocata con ritmi lenti per i primi 20 minuti poi la scossa che permette all’Inter di passare in vantaggio: cross di Nagatomo e piatto sinistro al volo di Ruben Botta che batte il portiere. Nel giro di 60 secondi i tedeschi pareggiano i conti con Piazon che approfitta di una dormita collettiva del pacchetto arretrato. Il raddoppio dell’Eintracht arriva al 32′ con Seferovic, che sette minuti più tardi firma la doppietta personale e il 3-1. Inter allo sbando e difesa poco concentrata.

Nella ripresa Mazzarri prova il 4-3-3 ma il cambio di modulo non sortisce gli effetti sperati e la partita non offre alcuno spunto degno di nota.

SHARE