SHARE

keita lazio

Brutto ko per la Lazio di Pioli. Dopo la buona vittoria per 2-0 contro l’Amburgo, i biancocelesti non si ripetono contro l’Hannover e perdono per 3-1 mettendo in mostra una prestazione scialba e sottotono. Era il giorno del debutto di De Vrij e per l’occasione il tecnico ex Bologna presenta un 4-3-3 con tanti reduci dal Mondiale, ancora imballati e in ritardo di condizione, mentre i tedeschi si presentano in forma campionato.

Primo tempo dominato dai padroni di casa che trovano il gol con Marcelo e Stindl e sfiorano più volte il tris. Sfida più equilibrata nella ripresa con l’inserimento degli uomini che hanno svolto l’intera preparazione. E infatti trainata da un buon Keita, la Lazio prova a riaprire il match. L’attaccante si procura un rigore che viene realizzato da Ledesma al 66′. Tounkara e Anderson sfiorano il pari ma è l’Hannover a chiudere il match con Stindl al 74′.

Prima della partita grande festa per il campione del mondo Klose, premiato al centro del campo insieme con il portiere dell’Hannover Zieler, anche lui campione del mondo. Poi pubblico in piedi per l’idolo locale Cherundolo. Era la partita del suo addio al calcio. Ha giocato i primi tre minuti, poi ha salutato tra il tripudio dei suoi tifosi.

SHARE