SHARE

serieb

Franco Frattini, presidente dell’Alta Corte di giustizia del Coni, ha deciso di far ritornare la Serie B a 22 squadre. Accolta quindi la richiesta del Novara e ora si valuteranno le richieste di ripescaggio.

Il Collegio di Garanzia in funzione di l’Alta Corte di Giustizia Sportiva, in merito al ricorso presentato dal Novara Calcio contro la FIGC:

– ritenuto che l’intervento della società Juve Stabia s.r.l. è irricevibile ed inammissibile, perché presentato senza la rituale corresponsione dei diritti e tardivamente rispetto al momento in cui l’interesse a intervenire è sorto;

– ritenuto il non luogo a provvedere sull’istanza di sospensiva, di cui al ricorso iscritto al R.G. n. 25/2014 per l’impugnazione del diniego di ripescaggio, non ritenendo l’Alta Corte che si verta nella materia di ripescaggio, disciplinato dal C.U. n. 171/A del 27 maggio 2014;

– ritenuto che nella vicenda si debba procedere all’integrazione da 20 a 22 squadre dell’organico del Campionato di Serie B in applicazione dell’art. 49 NOIF, attualmente in vigore;

– ritenuto, infatti, che le disposizioni statuiscono in materia di ripescaggio a proposito del completamento dell’organico fino a 20 squadre, laddove la presente fattispecie riguarda l’integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre;

– tenuto conto poi che il C.U. n. 170/A rinvia ad un separato provvedimento la determinazione dei criteri e delle modalità per l’eventuale integrazione del suddetto organico;

– ritenuto che il successivo C.U. n. 171/A stabilisce criteri e procedure ai soli fini del procedimento di ripescaggio fino a 20 squadre e non anche oltre detto numero;

– ritenuto che gli argomenti della ricorrente Novara debbano perciò essere accolti e che da ciò derivi l’obbligo di integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre, alla stregua dei criteri e principi che la FIGC riterrà di determinare in applicazione del principio che il Collegio ha affermato;

ha accolto l’istanza di sospensiva di cui al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 23/2014, presentato in data 28 luglio 2014 dalla società Novara Calcio S.p.a, nei limiti di cui in motivazione e, per l’effetto, ha ordinato alla FIGC di pubblicare il nuovo organico a 22 squadre del Campionato di Serie B, integrato sulla base dei principi sopra indicati; ha dichiarato non luogo a procedere nella istanza di sospensione di cui al ricorso n. 25/2014; ha dichiarato inammissibile l’intervento della società Juve Stabia s.r.l.

Secondo il Novara l’attuale campionato a 21 formazioni era illegittimo. Il blocco dei ripescaggi a 20 era stato votato dall’assemblea di Lega e il 27 maggio deliberato dal Consiglio federale. Il Novara sostiene che il documento sia contrario all’articolo 50 delle Noif, le norme organizzative Figc. Il regolamento impone che le modifiche di organico dei campionati entrino in vigore solo dalla seconda stagione successiva all’adozione. La società ha presentato ricorso anche contro la decisione del Consiglio federale, che il 1° agosto aveva bocciato la domanda di ripescaggio. In caso di riammissione, il Novara affronterebbe nell’ordine le formazioni «a riposo».

In riferimento alla questione la Juve Stabia ha reso noto che “qualora l’Alta Corte di Giustizia del Coni, dovesse dichiarare illegittimo il comunicato ufficiale della FIGC 170/A del 27 maggio 2014 e di conseguenza permettere il ripescaggio di una squadra nel campionato di serie B con il ritorno a 22 squadre, chiedera’, essendo l’unica societa’ tra le retrocesse ad avere i necessari requisiti, che vengano riaperti i termini per la presentazione della relativa domanda di riammissione in serie B”.

Juve Stabia e Novara in pole position per ritornare in B, con cambiamenti e stravolgimenti anche in Lega Pro. Il posto dei campani infatti dovrà essere riempito, la favorita sembrerebbe essere la siciliana Akragas.

SHARE