SHARE

juve stabia

La Juve Stabia si fa sentire circa le possibilità di un eventuale ripescaggio in Serie B, entrando in lizza con il Novara. Il campionato cadetto è passato dall’avere 22 squadre dalle 21 iniziali ammesse nel 2014/2015 sorteggiate settimana scorsa nel calendario, resta da decidere chi tra i campani ed i piemontesi otterrà il diritto di mantenere la categoria persa sul campo con la retrocessione subita nella scorsa stagione. Il ripescaggio avverrebbe a causa del fallimento del Siena, mentre la scomparsa del Padova tra i professionisti è stata “assorbita” dalla riduzione delle squadre dalle 24 iniziali già annunciata lo scorso febbraio.

Ecco il comunicato ufficiale delle “Vespe”:

“In riferimento all’Ordinanza dell’Alta Corte di Giustizia del Coni la S.S. Juve Stabiacomunica quanto segue: tralasciando ogni approfondimento giuridico, che sarà compiuto nelle competenti sedi, si evince che il Collegio ha ravvisato l’obbligo di integrazione da 20 a 22 squadre. In nessun passo dell’Ordinanza viene disposto il reintegro o la riammissione della società Novara Calcio. L’integrazione dell’organico disposto dal Collegio e demandato alla F.I.G.C. dovrà avvenire per effetto di una carenza dello stesso organico (mancata iscrizione del Siena Calcio). Pertanto la suddetta integrazione non potrà avvenire secondo lo scorrimento della classifica. La S.S. Juve Stabia attende fiduciosa le decisioni della FIGC, il cui Consiglio Federale nel recente Comunicato Ufficiale n. 39/A ha già inequivocabilmente dichiarato inammissibile ed improcedibile la domanda di ripescaggio del Novara Calcio”. La decisione finale spetterà alla FIGC, che dovrà stabilire chi tra Juve Stabia e Novara tornerà in Serie B nel ripescaggio, lasciando all’Akragas, a sua volta ripescata dalla Serie D, il posto vacante in Lega Pro.

SHARE