SHARE

mario gomez

Mario Gomez parla a “La Gazzetta dello Sport” in edicola oggi della nuova stagione della Fiorentina che culminerà a livello di precampionato domani nella prestigiosa amichevole contro il Real Madrid. L’attaccante tedesco affronta anche alcuni temi come il mercato viola e le aspettative nell’immediato futuro.

LAVORARE, LAVORARE, LAVORARE – “Con Giuseppe Rossi l’intesa è migliorata anche se io devo ancora fare i conti con una forma fisica non al meglio – ha affermato Mario Gomez –  io sto lavorando sodo per lasciarmi alle spalle sette mesi pieni di problemi. Pepito porta allegria e tanta qualità alla squadra, faremo grandi cose se staremo bene”.

FIRENZE, TI PRESENTO  MARIN – Mario Gomez presenta al pubblico di Firenze anche il suo connazionale Marko Marin, trequartista classe 1989, ceduto alla Fiorentina in prestito dal Chelsea con diritto di riscatto fissato a 8 mln di euro: “L’ho conosciuto in Nazionale, col pallone tra i piedi ci sa fare, nell’uno contro uno ha sempre la meglio ed è molto veloce, si tratta di un grande acquisto”.

SU CUADRADO – “Si fa un gran parlare di lui ed è normale visto che è un top player – dice Mario Gomez – ma non è assolutamente vero che sia triste o nervoso perché vorrebbe andarsene altrove, anzi, mi è sembrato molto motivato. Spero che resti qui con noi, lui è uno che fa la differenza”.

COSA VUOLE MARIO GOMEZ “Desidero diventare importante per la Fiorentina e far vedere finalmente di cosa sono capace, mi sto dando da fare giorno e notte per essere in condizioni perfette in vista dell’esordio in campionato contro la Roma. Quando stavo bene avevo anche il posto fisso in Nazionale assieme al mio amico Klose, che nel frattempo continuerà a stupire tutti con la Lazio. Della Valle ha ragione ad indicare in Juventus, Napoli e Roma le uniche pretendenti per lo scudetto, sono squadre che almeno in partenza hanno qualcosa in più. La Fiorentina invece parte con il presupposto di raggiungere almeno il terzo posto Champions, poi si vedrà”.

SHARE