SHARE

rp_buffon-conte.jpg

Gianluigi Buffon ha espresso tutta la propria soddisfazione per la nomina di Antonio Conte a nuovo ct della Nazionale nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”. Il portiere della Juventus ha anche commentato i recenti sviluppi del calcio italiano con la nomina di Carlo Tavecchio a nuovo presidente della FIGC.

OK E’ L’UOMO GIUSTO “Conte farà bene sulla panchina dell’Italia, ci vogliono persone come lui nel movimento – afferma Buffon -. Sa trarre fuori il massimo da un giocatore e pur essendo un integralista ha l’intelligenza e le capacità per sapersi adattare alle nuove situazioni. E’ un vincente di mentalità, l’avete visto alla Juventus, a chi già lo contesta consiglio di aspettare anche se penso che il 95% degli italiani lo vorrebbe avere come allenatore della propria squadra del cuore”.

RECORD – Buffon parla anche di un possibile primato: “Se dovessi essere convocato per i Mondiali 2014 nonostante i miei 40 anni suonati mi troverei a giocare la mia sesta Coppa del Mondo e sarebbe una cosa incredibile, farei come Zoff che a quell’età divenne campione a Spagna ’82. Adesso siamo rimasti in tre ad aver giocato 5 mondiali, 6 non li ha mai fatti nessuno”.

TAVECCHIO – Sul nuovo presidente FIGC Buffon dice: “Lo conosco e non trovo giusto che si sia fatta una campagna denigratoria a mezzo stampa nei suoi confronti. Ha 71 anni, forse la gente voleva qualcuno più giovane ma lui può portare un grande contributo in termini di esperienza. Non penso si debba parlare di ultima occasione del calcio italiano anche se il momento attuale del nostro pallone è importante. Dal prossimo consiglio federale mi aspetto la riforma della giustizia sportiva e visto che sono anche proprietario di una squadra di Lega Pro vorrei che si studiassero politiche per favorire l’utilizzo dei giovani“.

SHARE