SHARE

benabbad

Un’ingenuità che è valsa la medaglia all’atleta francese Mekhissi-Benabbad, reo di essersi tolto la maglietta durante l’ultimo giro della finale dei 3000 metri siepi agli Europei di atletica a Zurigo. Il corridore, che aveva accumulato un ingente vantaggio sugli avversari, si era sfilato la pettorina stringendola tra i denti prima ed in mano poi, a suo dire per la gioia di essere riuscito a difendere il titolo che già aveva conquistato per ben due volte. Dopo aver vinto la medaglia d’oro, il francese era stato dapprima diffidato dai giudici di gara e successivamente squalificato in seguito al ricorso effettuato dalla federazione spagnola. Il regolamento, infatti, obbliga gli atleti a gareggiare muniti di “vestiti, scarpe e pettorina”, cosa che è inevitabilmente venuta meno nel caso di Mekhissi-Benabbad. Ad approfittare della squalifica un altro francese, con Polonia e Spagna che sono scalati al secondo ed al tezo posto. Incredibile vero? Giudicate con i vostri occhi il gesto del pluricampione atleta francese. A volte oltre alle capacità sportive serve anche una buona conoscenza dei regolamenti ed un pò di sale in zucca.

https://www.youtube.com/watch?v=-0CDr9FTaiI

SHARE