SHARE

thiago motta

Fa notizia quanto successo ieri nell’area antistante gli spogliatoi del “Parco dei Principi” al termine di Paris Saint-Germain-Bastia, partita della seconda giornata di Ligue 1 conclusasi con un 2-0 per i padroni di casa. Dopo il fischio finale infatti il centrocampista dei parigini, Thiago Motta, è stato avvicinato da un avversario, presumibilmente Brandao, che lo ha aggredito rifilandogli una testata in pieno viso. Thiago Motta ha rimediato una frattura nasale, secondo quanto confermato dal PSG, sanguinando anche vistosamente. Le immagini diffuse dalle televisioni non fanno piena luce nelle loro inquadrature su chi sia stato l’autore del misfatto ma sembra che si tratti proprio del 34enne centravanti brasiliano ex Marsiglia e Saint Etienne.

PARBLEU! – Il presidente del PSG, Nasser Al-Khelaifi, ha dichiarato in merito: “Ciò che è successo a Thiago Motta è di una gravità inaudita. Non si era mai vista una cosa simile e spero che venga usata la linea dura su chi ha commesso ciò, non possiamo far passare questo episodio come se niente fosse. Thiago Motta ha rimediato una frattura al naso ed in generale è il calcio ad aver subito un danno di immagine. C’è bisogno che venga operata una decisione storica perché questo non fa parte del calcio e noi tutti che siamo in questo mondo abbiamo il dovere di tutelare lo sport che rappresentiamo. Quanto successo a Thiago Motta mi ha profondamente turbato, spero davvero che l’autore del gesto venga squalificato a vita”.

IL PRECEDENTE IN CASA PSG – Proprio il PSG subì a maggio 2013 fa una dura sanzione con l’allora ds Leonardo squalificato dapprima 9 mesi e poi un anno per una spallata (ritenuta involontaria dal club) all’arbitro Castro. Ci si aspetta ora una condotta simile.

SHARE