SHARE

novara varese

Novara ed il Novara fanno sentire la loro voce dopo la decisione della FIGC, che ha di fatto tagliato fuori la squadra di Toscano dalla lista delle possibili ripescate per la prossima stagione di Serie B nell’eventualità che il campionato si svolga a 22 squadre.

La rabbia e lo sconforto della città e della squadra sono affidate alle parole del Sindaco di Novara  Andrea Ballaré e dell’Assessore allo Sport Rossano Pirovano. Ecco tutte le dichiarazioni rilasciate a riguardo: Avremmo potuto anche noi portare in piazza i tifosi e andare sui giornali con titoli roboanti. Non lo abbiamo fatto perché crediamo nella correttezza e nel rispetto delle regole, in tutti i campi. Purtroppo sembra che questa volta ci siamo sbagliati. Non possiamo però tacere come cittadini e poi come amministratori prima ancora che come tifosi del Novara, di fronte al disgustoso spettacolo che la Federazione Gioco Calcio sta dando di sé in questi giorni. Guerre e guerricciole interne, influenze neppure tanto velate di questo o quel personaggio politico, decisioni ondivaghe e contraddittorie, che stanno generando confusione e tensioni di cui davvero l’Italia – non solo calcistica – non ha bisogno. E in più tutto questo avviene mentre si assumono scelte che il buon senso comune non può che considerare perlomeno discutibili, come il maxi contratto al nuovo CT della Nazionale o l’allentamento delle norme sull’ordine pubblico dentro gli stadi. Penso che anche per il calcio italiano sia maturo il tempo di chiedere una sana rottamazione. Che penso finirà per essere sancita dal pubblico calcistico migliore, quello degli sportivi e delle famiglie, disgustato e inevitabilmente portato ad allontanarsi dagli stadi. In ogni caso come amministratori della città di Novara rileviamo che questa triste degenerazione sta di fatto provocando un danno reale alla società calcistica della nostra città. Il Novara Calcio ha svolto una azione corretta, rispettosa dei tempi e delle procedure, ed ha ottenuto un pronunciamento favorevole dell’Alta Corte del Coni. Troviamo sconcertante che la F.I.G.C. possa anche solo pensare di assumere decisioni in palese ed evidentissimo contrasto con quel pronunciamento. Siamo in stretto contatto con il presidente De Salvo che ci ha confermato la volontà del Novara Calcio di andare avanti, proseguendo questa battaglia in tutte le sedi e chiedendo che la F.I.G.C. rispetti ciò che il Coni ha deciso. Appoggerò in ogni modo la battaglia del Novara, senza sceneggiate ma in modo fermo e risoluto. Il Novara deve avere il posto che merita”.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE