SHARE

marin-savicevic

Marko Marin l’aveva detto “Il mio idolo? Savicevic”. Chi meglio allora de “Il Genio” poteva esprimere un parere riguardo il trequartista tedesco in prestito dal Chelsea? La testata giornalistica legata ai viola Fiorentina.it ha contattato proprio Savicevic per discutere con l’attuale presidente della federazione calcistica del Montenegro sull’affare fatto dai viola

INTERVISTA DEJAN SAVICEVIC Ecco le parole di Savicevic su Marin e la Fiorentina “Marin lo conosco bene. È un giocatore molto bravo, che ha fatto molto bene in Germania. Poi, quando è andato in Inghilterra nel Chelsea, non ha avuto molta fortuna. Ha subìto un paio di infortuni che lo hanno penalizzato. Altri hanno preso il suo posto e per lui non c’è stato più spazio. Lo scorso anno ha fatto bene ad andare a Siviglia, dove ha messo insieme 30 presenze tra Liga e Coppe, e dove ha vinto l’Europa League Ha continuato poi l’ex campione del Milan e della Jugoslavia “Lui è un giocatore abile in più ruoli. Può giocare sulla fascia e dietro le punte. Sicuramente Montella saprà ritagliargli lo spazio che merita e saprà sfruttare al meglio le sue qualità tecniche”

Alla domanda riguardo il fatto se sapesse o meno di essere l’idolo di Marin Savicevic ha risposto Conosco questa storia, so di essere il suo idolo. E mi fa piacere. Tra l’altro l’anno scorso il Siviglia ha giocato il turno preliminare di Europa League qua a Podgorica e sono andato a trovare la squadra. L’ho incontrato ed abbiamo scambiato due battute. Cosa dire ancora di lui? È un giocatore che punta l’uomo, che attacca, dribbla senza paura. Caratteristiche, queste, che ho avuto anche io…Firenze potrebbe essere la piazza giusta per Marin “Sì, ha fatto molto bene ad accettare la piazza di Firenze. Nella Fiorentina, una squadra che gioca a calcio, che si diverte, tecnicamente abile, può tornare a grandissimi livelli. Anche perché lì c’è un allenatore che ama attaccare, non è il classico tecnico all’italiana… ma è uno che osa. Si potrebbe definire un ‘allenatore italiano atipico’. E sono certo che nel contesto Fiorentina, Marin potrà fare molto bene” Poi le favorite di Savicevic per lo Scudetto “C’è la Juventus, che rimane la favorita su tutte, anche se non sono sicuro che vincerà ancora lo scudetto. Del resto, dopo tre vittorie consecutive, non sarà facile ripetersi. E poi ci sono tre squadre che si sono rinforzate e che possono dar fastidio ai bianconeri: Roma, Inter e Fiorentina.

Glissa finale su un altro viola di belle speranze: Bakic “Come ho già detto anche in passato, Bakic ha un grandissimo talento. E il fatto che sia andato in prestito allo Spezia è molto positivo. Anzi, secondo me la Fiorentina avrebbe dovuto mandarlo a giocare già lo scorso anno. Gliel’ho anche detto al giocatore, quando è venuto in ritiro qua, con la sua Nazionale Under 21. Ci ho parlato e gli ho consigliato di andare a giocare, di andare in prestito da qualche parte. La squadra di Montella, oggi, ha centrocampisti troppo forti (gente del calibro di Pizarro, Borja Valero e Aquilani), e per lui sarebbe stato troppo difficile trovare spazio. Magari, dopo un anno di esperienza potrebbe essere già diverso. Perché le qualità, a Bakic, non mancano”.

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)