SHARE

boru bayer

Esordio amaro per il Borussia Dortmund davanti al proprio pubblico, frutto di una bruttissima sconfitta contro un Bayern Leverkusen fisicamente superiore. La classe dei campioni gialloneri viene ingabbiata dal pressing delle Aspirine, che passano dopo pochi secondi e raddoppiano a pochi secondi dal fischio finale. Male anche Ciro Immobile, arginato sapientemente dal roccioso Toprak.

PARTENZA SPRINT- Neanche il tempo di fischiare il calcio d’inizio e la partita si infiamma: bastano due passaggi smarcanti del Bayer per mandare in bambola il Borussia Dortmund, che lascia colpevolmente Bellarabi a tu per tu con Ginter. L’ex Braunschweig salta il difensore e porta i vantaggio i suoi dopo circa dieci secondi dal Kick off. I gialloneri sembrano scossi ma ripartono subito per tentare di rimettere le cose a posto: il pressing degli ospiti è però asfissiante e la manovra viene limitata sin dalle prime battute. Il ritmo è altissimo nei primi venti minuti ma nonostante i tentativi di andare in rete siano molti sia da una parte che dall’altra, le difese prendono le misure e sventano di volta in volta. Da un lato Son prova a saltare l’uomo, con Kiessling perno essenziale nell’area avversaria, dall’altro ci prova Aubameyang, ma la serata non propriamente di grazia di Reus e Immobile rende vano ogni tentativo. Nonostante l’intensità sia alta a centrocampo, non ci sono molte occasioni ed il primo tempo termina sul risultato di un gol a zero per le Aspirine.

IL CUORE BVB NON BASTA- All’inizio della ripresa il Leverkusen pare aver esaurito le energie, ottimamente utilizzate nel pressing iniziale, ed il Dortmund ne approfitta. Le Aspirine sono chiuse nella loro metà campo e la manovra giallonera inizia a prendere forma: Mkhitarian e Reus prendono coraggio ma la barriera difensiva eretta da Schmidt non barcolla nemmeno per un istante. Paradossalmente è proprio il Bayer ad andare vicino al gol con un contropiede concluso da Son addosso a Sokratis, ma la squadra di Klopp non molla e continua ad agire in una morsa a metà campo che blocca le iniziative avversarie. Immobile corre tanto ma è arginato dal gigante Toprak, che ne limita l’impatto fisico e atletico. Il match non si sblocca neanche sui calci da fermo: Calhanoglu batte male rispetto alle sue abitudini e dall’altro lato uno stremato Reus calcia spesso corto, favorendo le torri di Leverkusen. Deve entrare Hofmann per vivacizzare i giochi e proprio su un suo corner Ginter impegna Leno in una parata plastica. Sul finale gli ospiti recuperano le energie e ripropongono il pressing per resistere all’assedio finale, e riescono anche a raddoppiare sfruttando con Bellarabi e Kiessling un erroraccio di Durm in fase di impostazione. Risultato tondo per il Bayern, che torna a Leverkusen portando a casa una preziosissima vittoria ottenuta su un campo difficile per chiunque.

 

Borussia Dortmund-Bayer Leverkusen 0-2 ( Bellarabi 1′, Kiessling 95′)

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Langerak, Piszczek, Sokratis, Ginter, Durm, Jojic (Grosskreutz), Kehl, Mkhitaryan, Reus (Hofmann), Aubameyang, Immobile 

Bayer Leverkusen (4-2-3-1) : Leno, Jedvaj, Toprak, Spahic, Boenisch, Rolfes (Reinartz), Castro, Calhanoglu (Papadopoulos), Son (Brandt), Bellarabi, Kiessling

SHARE