SHARE

inzaghi

Il neo allenatore del Milan Filippo Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport il giorno dopo la trionfale esibizione nel Trofeo Tim, che ha visto i rossoneri prevalere su Juventus e Sassuolo.

Ecco tutte le dichiarazioni di Inzaghi, che si è soffermato principalmente su quanto visto in campo e sulla cessione al Liverpool di Mario Balotelli: “La vittoria nel trofeo Tim? Quello che mi interessava è stata la voglia e la prestazione che mi lascia tranquillo. Non bisogna esaltarsi, come non bisognava abbattersi prima. Lo spirito è quello giusto e dobbiamo ripartire da questo. Adesso penseremo all’inizio del campionato. Menez ha giocato bene? Non voglio fare nomi, tutti hanno fatto qualcosa di straordinario battendo una squadra più forte come la Juventus. L’atteggiamento è stato straordinario. Abbiamo giocato bene anche in fase di possesso. Se questo è il Milan di Inzaghi? E’ il Milan dei giocatori non di Inzaghi. Noi, insieme al mio staff, cerchiamo di dare uno spirito a questa squadra. Balotelli? Quando un giocatore se ne va vuol dire che tutte le componenti erano d’accordo. Perdiamo un grande giocatore, ma acquistiamo voglia e spirito di gruppo. Con me si è sempre allenato bene e gli faccio l’in bocca al lupo, noi andiamo avanti col gruppo. Mercato? La dirigenza sa quello che penso, io devo allenare i giocatori che ho, che sono grandi professionisti. Se arriva qualcuno bene, altrimenti giocheremo con i giocatori che abbiamo in rosa. Menez? Può fare tutti e tre i ruoli dell’attacco. Io ho insistito col 4-3-3 perché dare troppe indicazioni ad una squadra in cantiere non era la cosa migliore”.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE