SHARE

De Guzman

Dopo l’approdo della scorsa settimana, in casa Napoli è arrivato il momento della presentazione ufficiale del nuovo acquisto Jonathan de Guzman, centrocampista olandese proveniente dallo Swansea. Questi i passaggi più importanti della conferenza stampa del neo-partenopeo.

FELICE, PECCATO PER BILBAO – “Innanzitutto sono felice di essere qui, di far parte del progetto Napoli. Mi sento già il benvenuto, i prossimi giorni saranno importanti per squadra, città e fan. Sono dispiaciuto di non poter essere in campo, ma ci sono tanti calciatori bravi. Speriamo di fare un buon risultato”.

RUOLO PREFERITO – “La mia posizione è quella di trequartista, ma al momento sto considerando altre situazioni con Benitez. Sono a sua disposizione”.

NAPOLI, IL TOP – “Ho pensato alla giusta decisione, qui possono imparare tanto. Napoli è una grande piazza, per me è un onore. Napoli è una grande piazza con una grande storia, qui c’è la possibilità di giocare la Champions e spero di riuscirci. Il calcio italiano mi affascinava, il Napoli è al top negli ultimi anni. Ho giocato in Olanda, Spagna e Inghilterra, volevo una nuova esperienza”.

OBIETTIVI STAGIONALI – “Puntiamo a fare bene in tutte le competizioni, fa gola giocare in Champions. Il Napoli può arrivare in vetta alla classifica, vorrei dare il mio contributo. Spero di fare parte a lungo di questa squadra. Lo scudetto è un obiettivo, sicuramente”.

NUMERO DI MAGLIA E INCONTRISTA – “Ho optato per il numero 6, lo indossavo anche in Olanda. Mi piace avere un numero compreso tra l’1 e l’11. Ho parlato con Benitez, gli ho espresso le mie preferenze. Valutiamo molte possibilità, potrei giocare come mediano. Quel ruolo mi interessa, ma sarà Rafa a decidere”.

L’AFFETTO DEI TIFOSI – “Questo aspetto mi dà tante motivazioni per fare bene, ho ricevuto una bellissima accoglienza. E’ stata una bella emozione allenarsi qui con la maglia del Napoli, voglio rivivere queste emozioni in campo da titolare. Vorrei rendere felici i nostri fan”.

CONDIZIONE FISICA – “Sto bene, ho finito di giocare la Coppa del Mondo quasi a metà luglio. E’ stato bello giocare il Mondiale, altri elementi sono più pronti. Mi servirà un po’ di tempo per tornare in forma, spero di riuscirci a breve”.

SHARE