SHARE

gomez-intervista

Ci sono treni che passano una volta nella vita di un calciatore, prenderli è quasi d’obbligo. Un chiaro esempio è il Mondiale vinto dalla Germania in Brasile, Mario Gomez era uno dei 23 di Loew, gli interessava così tanto giocare in terra sudamericana da dire di si la stagione prima all’offerta della Fiorentina, una squadra che avrebbe fatto di tutto per farlo risplendere nel suo modulo, magari garantendogli un bel bottino di gol, tanto per far capire a tutti di che pasta fosse fatto Super Mario. La sfortuna però è un “brutto cliente”, ecco allora il doppio infortunio alle due ginocchia e l’anno di calvario che gli sono costati la convocazione alla rassegna brasiliana, il rammarico del panzer teutonico è più che tangibile.

GOMEZ ALLA BILD Ecco le parole di Mario Gomez a Sport Bild, tema portante non poteva che essere il mondiale e la nazionale teutonica “Voglio tornare in nazionale e so che lo farò presto” con chiaro riferimento alla possibile convocazione in occasione della doppia amichevole del 3 e 7 settembre contro Argentina e Scozia. C’è spazio anche per qualche battuta sull’inizio del campionato di A, in particolare la prima apparizione a Roma contro i giallorossi “La preparazione è andata bene e siamo pronti per l’inizio del campionato. Alla prima giornata c’è subito un duello impegnativo contro la Roma che ci permetterà di capire a che punto siamo”.

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)

SHARE