SHARE

cuadradocanovi

Matias Vecino, la Fiorentina e l’Empoli, un trittico in salsa toscana che sta prendendo forma. Lo stesso uruguagio ha rilasciato un’intervista ai microfoni di calciomercato.com, nella quale parla della sua esperienza italiana e del futuro di Juan Guillermo Cuadrado, nome caldissimo del mercato italiano dell’ultima settimana di agosto.

INTERVISTA VECINO Ecco le parole di Vecino dopo la sfida contro l’Aquila, il giocatore era in compagnia del connazionale Laxalt “Felice per la sua convocazione con l’Uruguay, se la merita. Ha fatto tutta la trafila con le Under, se lo merita”. Ha continuato poi Vecino sulla sua maturazione con Montella nel ritiro gigliato “Sono felice di aver fatto tutta la preparazione estiva senza problemi, ma quanto al ruolo in realtà per Montella ero un esterno destro a centrocampo, che non è il mio ruolo, mentre qui all’Empoli finalmente sono stato collocato nella posizione che sento mia. Sono da poco qui ma ho subito capito i segreti dello spogliatoio, formato da un bel gruppo di ragazzi uniti anche fuori dal campo”.

“Sono stato penalizzato dal fatto che i miei primi sei mesi a Firenze sono rimasto fermo perché sprovvisto di documenti per essere tesserato, poi ho avuto difficoltà a trovare la giusta collocazione tattica. Ora voglio giocare sempre, abbiamo cominciato bene con l’Empoli e spero di continuare in questa manieraPoi Firenze, con la Fiorentina reduce dalla bella vittoria contro il Real Madrid “Ho fatto però i complimenti per la partita contro il Real Madrid a molti miei compagni, ho mandato un sms in particolare a Neto e a Gonzalo Rodriguez” Infine il pensiero del centrocampista su Cuadrado “Non lo so. Per la Fiorentina speriamo che resti. Per lui forse, se vuole fare un salto di qualità per la sua carriera, è giusto che vada in una squadra come il Barcellona che fa la Champions League.

Stefano Mastini (@StefanoMastini1)

SHARE