SHARE

eibar

 

Un anno fa l’Eibar gustava la dolcezza di ritornare nella massima serie, dopo un periodo di quattro anni in seconda Divisione. Il Guipúzcoa era passato da un bilancio di solo un milione a un altro di 3.9 e si prefissava come obiettivo la permanenza.

Oggi, la squadra vanta di essere la migliore società basca della Liga. Il golazo di Javi Lara direttamente da calcio di punizione ha  fatto impazzire Ipurua e ha dato i primi tre punti del campionato alla formazione azulgrana.

Una squadra che, come la scorsa stagione in seconda Divisione, ha il bilancio più basso, con appena 18 milioni, solo il 3,4% dei 520 Real Madrid.. Un club, Eibar, che la scorsa stagione prese € 120.000 per aver indossato la maglia con la pubblicità Hierros Servando, in seguito sponsor.

Non è stato facile assicurare la promozione all’Eibar. Non per la sua carriera sportiva, ma per la necessità di aumentare un 1,7 milione richiesto dalla legge per espandere il suo capitale fino a 2,14 milioni. Riuscì, ma ad un certo punto la sfida sembrava inaccessibile. Ci è riuscita, ma la sfida sembrava ardua.

Oggi, Eibar, con 27.507 abitanti, la metà della capacità del nuovo San Mamés, è la località più piccola della Spagna con la squadra nella Liga. Il responsabile del miracolo è Gaizka Garitano, tecnico nato a Derio (Vizcaya), appartenente a una stirpe di giocatori e allenatori.

(fonte: mundodeportivo.com)

 

SHARE