SHARE

el kaddouri

Il Torino batte per 1-0 l’RNK Spalato grazie alla rete su rigore del belga Omar El Kaddouri al minuto 22°. I granata conquistano la qualificazione in Europa League e tornano in europa dopo vent’anni. La squadra di Ventura ha messo in mostra un buonissimo calcio per 70° minuti dopo la stanchezza si è fatta sentire, probabilmente a causa della condizione fisica non ancora ottimale, e per poco i croati non riuscivano ad approfittarne. 

Primo tempo La partita inizia con il Torino propositivo, proprio come voluto da Ventura: ampio possesso palla, ricerca della profondità e gioco fluido sulle fasce, specialmente sulla destra dove Darmian si conferma tornante instancabile e preciso. Dopo pochi minuti è El Kaddouri a farsi pericoloso su punizione. Il Torino è in pressing ma i croati si difendono con ordine andando anche vicini alla beffa al minuto 17°: punizione dalla sinistra sulla quale si avventa Galovic di testa, strepitoso Padelli a respingere in corner il colpo ravvicinato del capitano avversario. Passano pochi minuti e la maggior propensione offensiva del Torino viene premiata: cross dalla destra del solito El Kaddouri e respinta di mano di Ibriks, per l’arbitro non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta proprio il belga: portiere da una parte e palla dall’altra, 1-0 Toro. Sulle ali dell’entusiasmo i granata vanno vicini al raddoppio: Benassi, servito in profondità da Quagliarella, si ritrova solo davanti a Vukovic spedendo però il pallone sul fondo. Ventura dalla panchina predica calma e la squadra lo segue cercando di abbassare i ritmi offrendo ai croati uno sterile possesso palla nella loro metà campo. Si conclude così il primo tempo.

Secondo tempo Non si registrano cambi nell’intervallo e la seconda frazione si apre con il Torino nuovamente in pressing, alla ricerca del gol della sicurezza. La partita è nelle mani del Torino con l’RNK che si limita a qualche ripartenza affidandosi soprattutto alla velocità di Glavina. Al minuto 60° girandola di cambi da parte di entrambe le formazioni: nei granata Nocerino e Martinez per Benassi e Barreto. Passano i minuti ed il Torino appare sempre più stanco e confuso concedendo sempre più spazio allo Spalato che per fortuna dei granata non riesce ad approfittarne. Squadre lunghe e poca lucidità caratterizzano gli ultimi dieci minuti di partita, al minuto 87° altra chance per il raddoppio: il nuovo entrato Martinez, dopo una splendida serpentina sulla destra dell’area croata, spedisce di poco a lato la sua conclusione mancina. Scocca il novantesimo e Ventura fa la sua mossa: fuori El Kaddouri dentro Gazzi, cambio utile soprattutto a guadagnare qualche secondo. Gli ultimi quattro minuti di recupero sono una dolce sofferenza per questo Torino che allo scadere può finalmente festeggiare il meritato ritorno in Europa.

Tabellino Torino-RNK Spalato

TORINO (3-5-2): Padelli 7; Maksimovic 5,5, Glik 6,5, Moretti 6; Darmian 7, Benassi 6 (58° Nocerino 5,5), Vives 6,5, El Kaddouri 7 (90° Gazzi s.v.), Molinaro 6; Barreto 6,5 (64° Martinez 6,5), Quagliarella 6.

RNK SPALATO (4-3-2-1): Vukovic 6; Ibriks 5 (84° Roce s.v.), Galovic 5,5, Glumac 6, Rugasevic 5,5; Vidovic 5(63°Kvesic), Dujmovic 5,5, Rog 6; Glavina 6,5 (63°Radotic 6), Bagaric 5,5, Bilic 6.

Ammoniti: Ibriks (S), Glavina (S), Vives (T), El Kaddouri (T),

Marcatori: 22° El Kaddouri (Rig.)

Arbitro: Anastasios Sidiropoulo

SHARE