SHARE

2456695-arrivo_d

Erick Thohir si è concesso ai microfoni dei giornalisti che lo attendevano all’aeroporto di Malpensa, dove è sbarcato pochi minuti fa. Il presidente dell’Inter ha risposto così alle domande che gli sono state poste dai cronisti presenti: “Crediamo di avere costruito una buona squadra per competere sia in Serie A che in Europa League. Il nostro obiettivo è avere una squadra che abbia il giusto mix di giovani ed esperti, il target è di 26,5 anni e siamo arrivati a quest’obiettivo. Abbiamo rinforzato la difesa in ogni reparto coi vari Vidic, Dodò, M’Vila. Siamo contenti, poi di certo il mercato non si è ancora concluso e abbiamo qualche discorso aperto, quindi vedremo di fare le cose migliori per l’Inter”. Al presidente nerazzurro è stata posta una domanda anche sulla questione Ezequiel Lavezzi: “Dobbiamo stare attenti all’aspetto finanziario e al FPF; è importante per noi proteggere i nostri interessi, per alcuni club non è possibile per questa regola acquistare giocatori e per poter giocare nelle competizioni europee dobbiamo essere rispettosi dei parametri. Dobbiamo vedere se cedere e acquistare giocatori nei prossimi due giorni, valuteremo le migliori situazioni”. 

Sulle possibilità dell’Inter di arrivare tra i primi tre posti: “La Lazio ha costruito una buona squadra, così come altre quali Roma, Fiorentina, Juve e Napoli. Il fatto di avere più squadre in competizioni europee è una cosa buona per la Serie A, così la base di tifosi dei club italiani potrà essere ampliata anche nel resto del mondo. Ma allo stesso tempo le squadre quando giocheranno in Europa non avranno vita facile, perché si tratta di gare comunque difficili. Ma è importante per le società rilanciarsi, abbiamo bisogno di tutto questo per il movimento calcistico”. E infine sulla nomina di Carlo Tavecchio a presidente della Federazione: “Lui è il nuovo presidente federale e cercherà di fare qualcosa per il calcio italiano, anche se non sarà un compito facile per lui. La cosa più importante, secondo le mie idee, è che la Serie A possa crescere di livello con questa nuova leadership. Per me non è un affare politico, spero che il campionato italiano possa migliorare”.

SHARE